fbpx

Trump si salva dall’ impeachment per la seconda volta

Estero

Donald Trump si è salvato per la seconda volta dal processo di impeachment concluso al Senato. Nel voto finale ai 50 democratici si sono uniti solo sette repubblicani, verso i quali sono gia’ cominciate le ‘purghe’ nel partito. L’accusa era di aver ispirato l’assalto al Congresso del 6 gennaio. “E’ finita la caccia alle streghe”, ha esultato l’ex presidente, annunciando che il cammino del suo movimento “e’ solo all’inizio”. Deluso Biden secondo il quale “anche se il voto finale non ha portato a una condanna la sostanza dell’accusa non e’ in discussione” e “questo triste capitolo della nostra storia ci ha ricordato che la democrazia e’ fragile”.

Donald Trump è stato assolto, ma anche gli alleati ritengono che il processo di impeachment lo abbia comunque danneggiato, sebbene ci sia ancora molta incertezza sul suo futuro politico. Subito dopo il verdetto, l’ex presidente ha denunciato “l’ennesima fase della più grande caccia alle streghe nella storia del nostro Paese”, lasciando però intendere di avere qualcosa all’orizzonte: “Nei prossimi mesi avrò molto da condividere con voi e non vedo l’ora di continuare il nostro incredibile viaggio insieme per garantire a tutti la grandezza americana. Non c’è mai stato niente di simile!”. Per molti repubblicani, ha sottolineato il sito Politico, l’incertezza sul futuro di Trump è allo stesso tempo angosciante, stimolante e paralizzante. 

L’ex presidente ha promesso di aiutare il Gop a riconquistare la Camera alle elezioni di mid-term del prossimo autunno, ma vuole anche vendicarsi dei 10 repubblicani che alla Camera hanno votato contro di lui per metterlo sotto accusa per l’assalto al Campidoglio del 6 gennaio. Ed è presumibile che voglia riservare lo stesso trattamento ai sette repubblicani che al Senato hanno votato a favore della sua condanna. Trump aveva anche annunciato di voler portare avanti le riforme elettorali, dopo aver denunciato le frodi al voto di novembre, ma se lo facesse, il partito repubblicano rischierebbe di spaccarsi. Interpellati da Politico, gli alleati di Trump non sono sicuri del fatto che possa portare avanti questi progetti, proprio dopo un processo che potrebbe aver danneggiato in modo profondo la sua reputazione. 

Nel giorno dell’assoluzione dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel procedimento di impeachment, il presidente in carica, Joe Biden, ha rivolto un pensiero all’agente di polizia Brian Sicknick, caduto in servizio nei disordini al Campidoglio, a Washington, dello scorso 6 gennaio, a “coloro che hanno coraggiosamente fatto la guardia”, a “coloro che hanno perso la vita” o “la cui vita e’ stata minacciata” e a “coloro che hanno dimostrato il coraggio di proteggere l’integrita’ della nostra democrazia – Democratici e Repubblicani, funzionari e giudici elettorali, rappresentanti eletti e lavoratori delle elezioni – prima e dopo le elezioni”. Cosi’ si legge in un comunicato della Casa Bianca. Il presidente ha anche ricordato la fragilita’ della democrazia e rilanciato la sua visione di unita’ e risanamento del Paese. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE