fbpx

Una fake news la vendita del Bari. Il mercato stagna

Sport & Motori

La notizia, come era prevedibile, ha acceso un detonatore sul web da parte di tutti i siti e i forum sia da quelli che si augurano la capitolazione della società, sia da quelli che, invece, vogliono bene alla squadra e alla società.

E si, perché il giornalista napoletano Raffaele Auriemma, noto per la sua esuberanza nelle telecronache che vìola, appena appena, la deontologia professionale, ieri pomeriggio, aveva annunciato urbi et orbi che Aurelio De Laurentiis era in procinto di cedere il Bari in mano di gruppi solidi. Apriti cielo. I soliti talebani del web che gioiscono ad ogni cosa che va male al Bari, non hanno potuto fare a meno che evidenziarne al notizia gonfiando il petto sperando in una capitolazione della famiglia romano-napoletana. Gli altri, invece, i più razionali, magari critici ma sempre tifosi incondizionati, si sono mostrati scettici sulla veridicità. Ed infatti non avevano affatto torto. Subito, dopo mezzora, è arrivata la puntuale smentita di Luigi De Laurentiis: “E’ una fake news. La notizia, destituita di qualunque fondamento, stupisce per tempistica oltre che per inconsistenza; fake news di questo tipo non hanno altro scopo che il clamore, soprattutto in un momento in cui la nostra attenzione è totalmente rivolta alla costruzione di una squadra che possa affrontare al meglio l’imminente stagione sportiva”.

Insomma un gran frastuono volto a destabilizzare l’ambiente, pane per i denti di quanti, a Bari, non vogliono bene alla società e sperano in un passaggio di mano a gruppi locali così da poter riprendere il “palazzo”, il “potere” e la loro celebre arte del clientelismo e, purtroppo, di questi, esiste una sacca di resistenza anche se sono in minoranza.

Per contro, certamente, è ancorché chiaro che prima o poi i De Laurentiis dovranno cedere il Bari, su questo non c’è dubbio, perché il regolamento lo prevede.

Mercato. A meno cinque giorni dal gong, la fase, purtroppo, è ancora in stand by, pochi movimenti, molte parole, alcune trattative infinite che vanno in una direzione e poi in un’altra. Il nome nuovo circolato ieri porta a Emanuele Terranova, 34 anni, in forza alla Cremonese ma su di lui c’è anche il Palermo. Ma c’è anche da segnalare una nuova trattativa che porterebbe a Bari Luca Tremolada dal Pordenone (già nel mirino la scorsa stagione) in cambio di Sabbione. Non è del tutto abbandonata, invece, la pista che porta a Guillaume Gigliotti che ha giocato lo scorso campionato nell’Ascoli, mentre col Padova è aperta la trattativa che potrebbe portare a Bari Yves Baraye in cambio Giovanni Terrani che però è seguito da Feralpi, Cesena e Avellino. Marco Perrotta ha rifiutato almeno tre squadre (Catania, Palermo e Reggiana) ed il rischio concreto è che lo stesso rimanga fuori rosa. De Risio è richiesto dal Pescara ma senza tanta convinzione.

Per quanto concerne le partenze, anche qui nessuna novità. Hamlili è sempre più vicino al Monopoli anche se occorre limare certi parametri economici, mentre Semenzato non sarebbe d’accordo ma l’impressione è che alla fine prevalga il buon senso. Bolzoni, invece, è sempre più vicino al Monterosi.

Massimo Longo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
YouTube