fbpx

Uova di Hitonari Tsuji

Arte, Cultura & Società

Written by:

Recensione di Mariangela Cutrone

Il buon cibo è da tempo l’occasione per riunirsi, condividere momenti emozionanti. Spesso diventa fonte di incontri inaspettati che ci cambiano in maniera significativa l’esistenza dando vita a relazioni amicali e sentimentali indissolubili che né il tempo e nemmeno le distanze sono in grado di minare. Ne sanno qualcosa i protagonisti di Uova di Hitonari Tsuji, romanzo appartenente alla collana Kimochi dedicata alla letteratura contemporanea giapponese lanciata dalla casa editrice Rizzoli.

Satoji e Mayo si incontrano per la prima volta nell’izakaya Yururi. All’apparenza sono un uomo e una donna che non hanno nulla in comune. Satoji è un ex cuoco che lavora in una nota azienda dedica ai catering e alla distribuzione alimentare. Mayo invece è una madre e donna in carriera.  Dopo dodici anni si rivedranno nello stesso posto sempre in maniera casuale. Nel corso di questi anni sono accadute tante cose per Mayo che si è separata dal marito e si ritrova a crescere da sola Oeuf, una dodicenne introversa e poco incline a relazionarsi con gli altri. A pochi passi, Satoji cercherà di avvicinarsi al mondo di Mayo e sua figlia rendendosi conto che tutti e tre hanno in comune una passione per le uova. Grazie a quest’ultima, da amico di Mayo, Satoji diventerà un grande punto di riferimento per Oeuf nel periodo più delicato della sua esistenza. Le esistenze di Satoji e Mayo si intrecceranno con quella del proprietario dell’izakaya Yururi dando vita ad un sorprendente finale.

Un romanzo intimista ed esistenzialista sul bisogno di amare ed essere amati e di far parte di una famiglia. Questo libro trasuda ideali di vita genuini fondanti sul senso di appartenenza ad un gruppo, sulla gentilezza e l’arte del  perdono. Il lettore non potrà fare a meno di lasciarsi contagiare da essi. Attraverso le vicende di Satoji e Mayo si tracciano le linee di una società che nonostante la frenesia e l’individualismo necessita ancora di gesti colmi di empatia e gentilezza.

Da questa storia si evince che lo scrittore Hitonari Tsuji è un grande conoscitore dell’animo umano. Ha ideato dei personaggi ben delineati psicologicamente nei quali è facile identificarsi. Una storia commuovente che restituisce al lettore la fiducia nell’Altro. Un vero e proprio inno al buon cibo, fonte di condivisione. Consiglio la lettura di Uova a tutti coloro che credono in quegli atti di gentilezza che ti cambiano il corso della giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube