fbpx

Via i civili da Azovstal. Appello del comandante dei marines “Non lasciateci morire”

Mondo

Pubblicato da:

alle ore: 04:58

Zelensky, ora tocca ai feriti, medici e militari. Serhiy Volyna, asserragliato con le truppe del reggimento Azov: “Mi sembra di essere in qualche reality show infernale ma noi non siamo personaggi di fantasia”. Stoltenberg: la Nato non accetterà mai l’annessione della Crimea. Di Maio: dal premier ucraino apertura importantissima sulla Crimea.

© Leon Klein / ANADOLU AGENCY / Anadolu Agency via AFP
– Carro armato russo a Mariupol

AGI – Tutte le donne, i bambini e gli anziani che si trovavano all’interno dell’acciaieria Azovstal di Mariupol sono stati evacuati. Lo ha scritto su Telegram la vice premier ucraina, Iryna Vereshchuk. “Questa parte dell’operazione umanitaria a Mariupol si è conclusa”, ha aggiunto Vereshchuk. Poco prima le forze separatiste di Donetsk avevano riferito che altre 50 persone erano state evacuate dal complesso siderurgico.

La Nato ritiene che la guerra della Russia contro l’Ucraina non finirà presto, ma che l’Ucraina la vincera’ con l’aiuto dell’Alleanza Atlantica.
Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in una intervista al quotidiano tedesco Die Welt ha ribadito che l’Alleanza e’ determinata ad aiutare l’Ucraina “anche se ci vorranno mesi o anni” per battere Putin.

E rimarca la volontà di “fare tutto il possibile” perché il conflitto non si espanda. Stoltenberg sottolinea che “l’Ucraina deve vincere questa guerra perché difende il suo territorio. I membri della Nato non accetteranno mai l’annessione illegale della Crimea. Ci siamo inoltre sempre opposti al controllo russo su parti del Donbass nell’Ucraina orientale”.

Dagli Usa arriveranno altri aiuti militari per 150 milioni di dollari. Si tratta soprattutto di munizioni per l’artiglieria e di radar, ma i fondi destinati alle armi per Kiev sono già praticamente finiti, ha detto Biden.

“Il Congresso deve rapidamente sbloccare il pacchetto richiesto per rafforzare l’Ucraina sul campo di battaglia e sul tavolo del negoziato”, ha chiesto il presidente americano  riferendosi al pacchetto da 33 miliardi di dollari proposto al Parlamento Usa.

Sul campo, la regione di Odessa è stata oggetto di un nuovo bombardamento con missili da parte dei russi e le autorità locali hanno annunciato il coprifuoco per lunedì 9 maggio, giorno della celebrazione della vittoria nella seconda guerra mondiale.

Il presidente ucraino Volodimir Zelensky teme bombardamenti aerei proprio nella ricorrenza e lancia un appello: “Non ignorate le sirene, riparatevi”.

Cinquanta civili fuori dall’acciaieria di Azovstal, in giornata nuovo convoglio dell’Onu per continuare l’evacuazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube