fbpx

Visit Emilia si promuove nel mondo alle grandi Fiere del turismo

Attualità & Cronaca

Nel cuore della Food Valley Italiana, l’Emilia, la terra dello slow mix, eclettica e sorprendente, dove ogni viaggio è un’esperienza unica tra cultura, natura ed enogastronomia, si rende sempre più riconoscibile ed apprezzata nel mercato turistico.

Per la commercializzazione dell’offerta turistica italiana nel mondo, inoltre, dal 1° al 3 novembre 2021 Visit Emilia parteciperà al grande evento internazionale WTM World Travel Market di Londra.

Imperdibili anche le due grandi fiere autunnali di Piacenza, che toccano due settori importanti dell’agricoltura e della gastronomia: dal 30 ottobre al 1° novembre, Visit Emilia sarà presente come accoglienza ad Apimell, mostra internazionale di apicoltura di Piacenza, e dal 27 al 29 novembre al Mercato dei Vini e dei Vignaioli Indipendenti.
Dal 19 al 22 novembre Visit Emilia approderà a Paestum (SA) per la XXIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. Inoltre parteciperà alle fiere di Zurigo, Madrid, Monaco e Berlino assieme ad Apt Servizi Emilia-Romagna.
“L’Emilia si pone come una delle destinazioni turistiche all’avanguardia nel comprendere ed intercettare scenari futuri, nel rendersi riconoscibile sul mercato turistico italiano e internazionale – spiega il presidente di Visit Emilia, Cristiano Casa 

La partecipazione alle più importanti fiere del settore turistico ci dà la possibilità di confrontarci, di creare nuove connessioni con nuovi mercati, di anticipare i cambiamenti e di far scoprire il nostro territorio in un’ottica sempre più esperienziale”. L’Emilia racchiude 142 musei, di cui 8 musei del cibo, 51 teatri, 50 castelli e tanti borghi storici e artistici, il 30% del valore economico italiano totale di prodotti food DOP/IGP.

E numerosi caseifici, salumifici, prosciuttifici, 147 cantine che producono vini DOP. Un territorio, a forte vocazione agroalimentare, ma anche culturale e naturalistica, con 161 km di fiume Po, 1 Parco Nazionale, e svariati riconoscimenti UNESCO, tra i quali quello di Parma Città creativa Unesco per la gastronomia, la Segnalazione UNESCO del Battistero di Parma tra i siti di maggiore valore astronomico a livello mondiale, il titolo di Riserva di Biosfera MaB UNESCO Appennino Tosco Emiliano e Mab UNESCO Po Grande del tratto medio padano del fiume Po. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE