fbpx

Zalone e Amadeus scherzano su Telelombardia, il direttore Ravezzani: “Ricordo che Amadeus negli anni 90 ci veniva a Telelombardia”

Eventi, Musica & Spettacolo

 Mi dispiace per i 120 colleghi che si sono sentiti presi in giro dalla risata sguaiata di Amadeus alla battuta di Zalone. Se mi invitassero a Sanremo? Non mi invitano, ma comunque non ci andrei. Il commento di Mentana? Forse ce l’ha con me per una mia risposta a un suo tweet sui migranti”

Fabio Ravezzani, direttore di TeleLombardia, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Cosa succede in città” condotta da Emanuela Valente su Radio Cusano Campus.

Sullo spot di Sanremo. “Io ho risposto dicendo che uno che ride dei colleghi non lo manderei in onda –ha affermato Ravezzani-. Un comico può prendere in giro chi vuole, anche se di solito prendono in giro i potenti e noi non rientriamo in questa categoria. Quello che non mi è piaciuto è che Amadeus si ribalti dalle risate. Ricordiamo che negli anni 90 Amadeus veniva ospite su Telelombardia. I nostri dipendenti ci sono rimasti male, perché sembra che lavorare a Telelombardia sia una cosa da prendere in giro.

I giornali hanno scritto Ravezzani furioso, non sono furioso, ho risposto ad una reazione fuori luogo di un collega.

Amadeus poteva fare un gesto elegante chiedendo scusa, ma non l’ha fatto. Se mi invitassero a Sanremo? Non mi invitano, ma comunque non ci andrei perché so di essere inadeguato in quel contesto. Io posso anche fregarmene della risata, mi è dispiaciuto per i 120 colleghi che lavorano a Telelombardia, non è bello essere presi in giro. Il commento di Mentana? Mentana non ha capito che a me non ha dato fastidio la battuta di Zalone ma la risata di Amadeus.

Mi sono chiesto perché abbia scritto con quel disprezzo ‘il direttore di un’emittente locale’, che gliene importa a Mentana di queste cose? Mi hanno ricordato che 8 mesi fa aveva scritto: “va bene accogliere i migranti ma rimandate indietro quelli con la maglia bianconera”. Io ho scritto che era una battuta fuori luogo e forse lui se l’è legata al dito”.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
YouTube