fbpx

Taskrabbit si espande nel centro-Sud Italia

Attualità & Cronaca

Pubblicato da:

alle ore: 20:19

Nuove opportunità di lavoro per appassionati di fai da te.  Napoli, Bari, Chieti, Ancona, Catanzaro e Reggio Calabria  danno il benvenuto al marketplace per i loro oltre 1,6 milioni di abitanti. La piattaforma conta più di 600 tasker già iscritti.

Taskrabbit, il network globale che mette in contatto chi ha bisogno di una mano per lavori dentro e fuori casa con tasker competenti e affidabili, da oggi è disponibile in 6 nuove città italiane: Napoli, Bari, Chieti, Ancona, Catanzaro e Reggio Calabria. Più di 600 lavoratori indipendenti si sono già iscritti in queste nuove città. I tasker possono registrarsi per offrire i propri servizi in più di 40 diverse categorie.

L’espansione è frutto del crescente successo ottenuto nel mercato italiano. Dopo il lancio a Roma e a Milano un anno fa, la piattaforma è stata ampiamente utilizzata e apprezzata, come confermato dal 96% dei clienti italiani, che ha valutato i tasker con 4 o 5 stelle.

Le prenotazioni più richieste dagli italiani includono montaggio e assemblaggio mobili e piccole riparazioni domestiche.

 

Taskrabbit rappresenta un’innovativa opportunità di lavoro per appassionati di fai da te, offrendo loro la possibilità di costruire la propria attività e guadagnare un extra, garantendo al contempo ai clienti un’esperienza trasparente e di facile utilizzo, affinché possano prenotare i servizi in modo rapido e semplice. In Italia Taskrabbit conta più di 8.000 tasker, che guadagnano in media 12 euro all’ora, poiché – in quanto lavoratori indipendenti – stabiliscono autonomamente le proprie tariffe e disponibilità, prendendo il 100% del loro onorario e delle eventuali mance.

 

Il lockdown ha confermato la passione degli italiani per il fai da te: 4 su 10, anche prima della pandemia, non hanno mai rinunciato a sporcarsi le mani. Infatti, solo il 10% si è interessato al fai te negli ultimi mesi e, durante il confinamento, soltanto il 14% si è cimentato per la prima volta nel montaggio mobili, il 14% nelle riparazioni idrauliche, il 13% in quelle elettriche e il 12% nella tinteggiatura delle pareti. Questo è quanto emerge dall’indagine di MPS Research per Taskrabbit che ha analizzato il rapporto degli italiani con il fai da te.

 

 

 

 

“Siamo entusiasti di portare Taskrabbit in 6 nuove città italiane, offrendo la possibilità a milioni di persone in più di usufruire della piattaforma e della nostra gamma di servizi. Abbiamo rilevato una forte domanda nel nostro primo anno in Italia e ci aspettiamo che continui così, con prenotazioni che si prevede triplicheranno nel prossimo anno” ha affermato Begüm Zarmann, Managing Director di Taskrabbit Europe. “Soprattutto, siamo orgogliosi di contribuire a creare nuove opportunità di lavoro a Napoli, Bari, Chieti, Ancona, Catanzaro e Reggio Calabria, sostenendo l’economia locale e rafforzando la micro-imprenditorialità”.

Nell’ambito della sua strategia di crescita in Europa, Taskrabbit continuerà a espandersi in Italia e prevede di essere accessibile in tutto il Paese nei prossimi mesi.

A livello mondiale, Taskrabbit è disponibile anche in migliaia di città di Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Spagna, Francia, Germania e Portogallo. Negli ultimi dieci anni, sono stati prenotati più di 9 milioni di servizi attraverso la piattaforma.

L’azienda, che è una società interamente controllata da INGKA Group (IKEA), è attiva da oggi in otto città italiane attraverso la sua app mobile e il suo sito web. Inoltre, i clienti IKEA possono accedere ai servizi di montaggio mobili forniti da Taskrabbit direttamente in 10 negozi IKEA in Italia e attraverso il sito di e-commerce di IKEA. I tasker sono disponibili ad aiutare i clienti IKEA a montare i mobili nelle loro case entro un giorno dall’acquisto.

Per conoscere e prenotare un tasker nella propria città, è possibile visitare il sito web di Taskrabbit o scaricare l’app Taskrabbit su iOS o Android.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube