fbpx

Azione ritira la candidatura della star del sadomaso a Como

Attualità & Cronaca

Pubblicato da:

alle ore: 03:04

Doha Zaghi, “mistress” protagonista di video hard, avrebbe dovuto essere inserita nella lista Agenda Como 2030. Lo stop è arrivato direttamente da Carlo Calenda.

© Profilo Facebook  – Doha Zaghi

AGI – Dovrà rinunciare alla candidatura nelle liste di Azione Doha Zaghi, in arte “Lady Demonique”, “mistress” e “performer” protagonista di video hard sadomaso online. Zaghi avrebbe dovuto essere candidata alle comunali di Como nella lista Agenda Como 2030, che sostiene la candidata sindaco di centrosinistra Barbara Minghetti. “Non ci sono le condizioni per presentare la candidatura”, hanno però fatto sapere fonti di Azione.

“Non c’è – aggiunge il partito – alcun giudizio morale ma semplicemente la presa d’atto di una indicazione inopportuna e di un contesto non favorevole”. A pesare sull’esclusione sarebbero stati in particolare alcuni video con crocifissi e bestemmie.

Già ieri il leader di Azione, Carlo Calenda, aveva fatto capire che per Zaghi non era aria: “Ragazzi, scherzi a parte, come ovvio non conoscevo i trascorsi della signora in questione. Se si trattasse di fatti privati nulla questio, ma direi che non ci sono i presupposti perché sia una candidata di Azione. Domani (oggi, ndr) me ne occuperò”.

Promessa mantenuta, Zaghi è fuori dalla lista a Como. Eppure la “mistress” si era buttata in politica credendoci davvero: “La mia candidatura è un segnale per capire realmente se abbiamo le palle di vivere senza pregiudizi, sessismo e avvicinarci a quell’Europa e a quell’America tanto ammirata, in caso contrario l’Italia sarà solo la provincia dell’Arabia Saudita”.

Traduci

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
Instagram
YouTube