fbpx

Transumanesimo? Realtà e fake news

Arte, Cultura & Società

Di Roby Guerra

Recentemente, su questa testata… alcuni articoli sul cosiddetto transumanesimo, ovvero, più o meno dagli anni duemila, la nuova futurologia “scientifica” radicale… Articoli, abbiamo letto essenzialmente legittimamente critici e scettici…

Tuttavia, e secondo noi, troppe fake news fuorvianti  sono  esplose proprio in coincidenza con la crisi mondiale pandemica,  pullulano nel web e purtroppo anche in molti media mainstream, vicini a posizioni biotiche cattoliche o liberali, progressiste o (pseudo)ecologiche stesse.  

Una costante queste fake news nel web e in certi media, sempre presente anche prima del Covid 19, più il movimento transumanista nel decennio scorso ha bucato i media a livello internazionale.

Nel 2016, il sottoscritto,   futurista italiano, ufficialmente all’epoca come scrittore, membro dell’Associazione Transumanista Italiano,  ancora diretta dal suo fondatore (dal 2005), il sociologo Riccardo Campa, ha pubblicato, proprio per certo andazzo, questo articolo su MeteoWeb https://www.meteoweb.eu/2016/09/transumanesimo-scientifico-rivoluzionario-pericolo-umanita/751326/  che mirava a fare chiarezza, sul Transumanesimo e molte sue distorsioni: sia ben chiaro, non legittime critiche e scetticismo, ma riguardo le palesi fakes new in questione.

 

Abbiamo anche, edito, dal 2011 diversi volumi, a orientamento futurista e transumanista, per Armando editore (di Roma) e il saggio futuribile Transumanesimo : Una nuova scienza sociale per il XXI secolo, per un editore eBook minore.

In particolare, nel 2010 a Milano abbiamo partecipato al , se non erriamo penultimo convegno internazionale transumanista, a cura proprio dell’attuale presidente, l’informatico Giulio Prisco e dell’AIT…Transvision 2010 https://transvision2010.wordpress.com/program/

 

Per la cronaca parteciparono quasi tutti i principali transumanisti internazionali: da Aubrey de Grey, a Marthine Rothblatt, a Max More, a David Orban, alla stessa Natasha Vita More e diversi altri, il sottoscritto, sia ben chiaro come scrittore, ovviamente, di valore minore, rispetto non a guru di qualche setta americana (come spesso le fake news dicono), ma a quei nomi che ho ascoltato e in qualche modo conosciuto a Milano (anche diversi italiani dell’AIT, oltre a Prisco e Campa, anche S.Vaj e A, Saccoccio e lo stesso Vatinno, ecc.) tutti scienziati  o ricercatori digitali e sull’AI, spesso anche accademici di università e fondazioni autorevoli di tutto il mondo.

Ebbene di “tutto” si è parlato, ma nessuno ha mai parlato di Nuovo Ordine Mondiale, transgender et similia, Biohacking a iosa..,  e così via, tecnocrazia: semmai di futuro, AI, Neuro Informatica, semmai di evoluzione sociale democratica e di progresso conoscitivo in ambito scientifico e sociale, Longevità, Medicina scientifica,”Immortalità Relativa… Nessuno era Autoritario e pericoloso, essenzialmente libertari!  

E anche in seguito, fino a oggi, 2021,  i principali Transumanisti, mai si occupano… di certe  tematiche pseudo futuriste, come sostengono le fake news…

Quel nostro articolo del 2016 era una istantanea sui lavori in corso e ovviamente con taglio mediatico e succinto.

Oggi è datato, ma non perché sono emerse le balle di cui è attualmente animato  il dibattito in Rete o nei Media classici: è datato perché in Italia il transumanesimo sì è nei fatti esaurito, anche il grande contributo dal duemila del blogger Estropico. Ma livello internazionale il movimento è ancora in progress e in primo piano.

In tutte le fake news che osserviamo, purtroppo anche in legittime critiche (Nessuno dei Transumanisti più noti parla in nome di verità religiose, ma anche i più radicali semplicemente di potenzialità e ipotesi possibili e futuribili scientifiche..,) troppi  media, su Internet e non solo  sembrano… appunto sembrano  poco conoscitivi  e non informati a sufficienza (e informazioni tutte disponibili nei siti e i blog e in pubblicazioni dei Transumanisti più noti. anche in note Case Editrici internazionali)….

A Milano mancavano quasi solo Raymond Kurzweil, celebre nel mondo come futurologo, lo stesso americano futurologo e transumanista Zoltan Istvan, emerso invece in questi anni, la crionica russa Valerja Pride (KrioRus) forse con lo stesso Kurzweil e sempre A. de Grey, i più noti attualmente. 

Poi, vero, dopo il covid 19, piaccia o meno, la scienza (per la gestione troppo contradditoria) ha perso credibilità e certi sogni o potenzialità futuriste forse sono rinviati a un futuro più remoto, ha vinto una visione tecnocratica della scienza, ma ben altra questione, politica e sociale….

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

Facebook
Twitter
YouTube