Attualità

Napolitano ricoverato d’urgenza e operato al cuore

Intervento riuscito. primario cardiochirurgia del San Camillo: e’ stato sempre lucido’

L’intervento chirurgico al cuore a cui Giorgio Napolitano e’ stato sottoposto d’urgenza all’ospedale San Camillo di Roma “e’ perfettamente riuscito, e’ stato un intervento complesso. Il cuore ha ripreso le sue funzioni, il paziente e’ molto stabile. Ora aspettiamo”. Lo ha riferito in un briefing con la stampa il professor Francesco Musumeci, primario del reparto di cardiochirurgia del San Camillo, al termine dell’intervento durato tre ore e mezza.
Napolitano e’ adesso in fase di trasferimento in terapia intensiva, e nelle prossime ore quando saranno del tutto stabilizzate le funzioni emodinamiche e pressorie sara’ tolta la sedazione. Sui tempi della ripresa bisognera’ comunque tener conto che si parla di un paziente in eta’ molto avanzata, ha spiegato Musumeci, che era in sala stampa con il direttore generale Fabrizio d’Alba. Il cardiochirurgo si e’ detto comunque “molto soddisfatto” di come e’ andato l’intervento, a cui hanno contribuito due aiuti, uno strumentista, due anestesisti e tre infermieri.
Operazione chirurgica complessa – ha spiegato Musumeci – perche’ si era determinata una dissezione dell’aorta discendente, una gravissima rottura della parte interna dell’aorta e che richiede un intervento in assoluta emergenza. In questo caso e’ stato sostituito il tratto iniziale dell’aorta. Musumeci ha spiegato che questa improvvisa patologia si manifesta acutamente, con dolore forte al torace che spesso puo’ essere scambiato per un infarto in atto. Napolitano, che e’ stato accompagnato in ospedale dal figlio, e’ stato sempre lucido, ha parlato con Musumeci, che gli ha spiegato l’urgenza e il tipo di intervento a cui sarebbe stato sottoposto dopo che una serie di esami aveva evidenziato appunto la dissezione aortica. Al San Camillo interventi di questo tipo se ne registrano una quarantina all’anno. Un nuovo bollettino medico e’ previsto per mezzogiorno.
Nel tardo pomeriggio il presidente emerito della Repubblica aveva accusato un forte dolore al petto mentre si trovava nella sua abitazione romana. Immediata la decisione del ricovero. L’ex capo dello Stato e’ stato poi trasferito al San Camillo dove, con una procedura d’urgenza, dopo le necessarie analisi, e’ stato portato in sala operatoria per effettuare una resezione parziale dell’aorta.
Domenica scorsa Napolitano era apparso in buone condizioni a ‘Che tempo che fa’ su Rai1, dove aveva mostrato ottima lucidità e anche riflessioni come di consueto acute sulla situazione politica. “La situazione, come quella internazionale, richiede un’Italia che dica la sua parola e dobbiamo sentire questa urgenza e trarne le conseguenze: serve una massima condivisione di responsabilità, nel rispetto delle posizioni acquisite nel voto del 4 marzo, perchè l’Italia abbia il governo di cui ha bisogno”, aveva detto intervistato da Fabio Fazio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE