CARDIOMIX: la buona cardiologia nasce dalla sintesi

I cardiologi pugliesi vogliono essere protagonisti e non comparse

Di Riccardo Guglielmi

 

Il vento del rinnovamento e della sensibilizzazione da qualche mese soffia in medicina. I medici pugliesi, di base e specialisti, usciti dal letargo, sono stanchi di aspettare decisioni e adeguarsi a comportamenti imposti dall’alto ispirati al principio dell’economia dei tagli.

Con lo scopo di sensibilizzare e rendere protagonisti cardiologi con tutte le figure professionali del pianeta cardiologia, l’11 maggio, inizio ore 8.45 presso l’Hotel Palace di Bari, una task force di esperti scende in campo e presenta l’evento CARDIOMIX.

«La cardiologia – afferma Massimo Vincenzo Bonfantino – responsabile scientifico dell’evento e direttore della Cardiologia dell’Ospedale Di Venere di Bari – è in continua evoluzione. Il progresso è evidente in ogni branca. Esistono farmaci, nuovi anticoagulanti per il rischio trombo embolico e per lo scompenso cardiaco, che migliorano la qualità della vita dei nostri malati. CARDIOMIX vuole rappresentare sintesi delle sottospecializzazioni della moderna cardiologia e occasione per valorizzare le nuove figure professionali, tecnici di radiologia e infermieri, parte integrante e insostituibile nell’equipe di emergenza urgenza e interventistica». Una visione globale e non più settoriale è il “fil rouge” che unisce le 6 sessioni del convegno, proposte per illustrare le novità in cardiopatia ischemica, morte improvvisa, aritmie, scompenso cardiaco, ipertensione e cardioncologia.

La percezione della qualità della sanità regionale è ai minimi storici nonostante la grande professionalità riconosciuta agli operatori e gli organizzatori si attendono molto dalla tavola rotonda “Il futuro della sanità in Puglia” ore 12.45, condotta dal cardiologo giornalista Riccardo Guglielmi. Sono stati invitati il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, amministratori e tecnici, Anelli, Montanaro, Ruscitti, Speziale, Schittulli, per discutere le strategie capaci di dare nuova linfa al Sistema sanitario regionale. L’inserimento di “tavola rotonda” negli eventi scientifici rappresenta una novità perché è un’occasione di confronto, apertura al sociale e rappresenta un efficiente ed efficace momento di dialogo e comunicazione, elementi indispensabili per una moderna e buona medicina. Il medico del III millennio deve imparare a comunicare e dare valore al suo lavoro se vuole essere attore protagonista e non comparsa.

Le novità su pace maker senza fili, defibrillatori sottocutanei, nuove molecole e farmaci equivalenti, cure primarie e le novità previste nelle 6 sessioni saranno trattate dai più noti esperti nazionali. Tra i docenti si segnala Matteo Di Biase, Favale, Ciccone, Pellegrino, D’Agostino, Carretta, Signore, Caldarola, Langialonga, Grimaldi, Cannone, Contursi, Lagioia, Dicandia, Vulpis e Francesca Bux.

La Cardiologia pugliese, ospedaliera e universitaria, si distingue da sempre per qualità delle prestazioni, professionalità, competenza, umanità degli operatori, operatività, qualità della ricerca e della didattica. L’angioplastica primaria in corso d’infarto è una realtà e i viaggi extraregionali, grazie alla cardiochirurgia locale, sono stati azzerati. Il vento del rinnovamento parte da questa tradizione e a CARDIOMIX soffierà in poppa.

L’evento ha valore formativo per medici e professioni sanitarie

Segreteria organizzativa intermeeting tel. 080 5482005

redazione@corrierenazionale.net

Print Friendly, PDF & Email