Economia e Finanza

Salvini vuole la flat tax per i dipendenti. Ma costerebbe 60 miliardi

Salvini torna ad insistere sulla Flat Tax: ‘Noi non abbiamo smesso di lavorarci giorno e notte’, afferma il leader della Lega, spiegando che ‘nel 2019 vogliamo entrare anche nelle case delle famiglie dei lavoratori dipendenti’. Ma Conte frena. E il ministero dell’Economia avverte: ‘La flat tax a due aliquote sul reddito familiare avrebbe un costo di 59,3 miliardi’. E’ quanto prevede un’ipotesi di simulazione dell’8 febbraio, e circolata in queste ore in ambienti parlamentari della maggioranza.

“La Flat tax Fase II ha un’incidenza di circa 12 mld e si riferisce ad un intervento di riduzione dell’imposta per tutte le famiglie fino a 50 mil euro di reddito”. Così la Lega in una nota. “In particolare la novità è data dall’introduzione del reddito familiare che attraverso un sistema di deduzioni garantisce la progressività dell’imposta. Lo studio messo a punto è di circa 15 giorni fa”, conclude il comunicato.

“Sulla flat tax familiare troveremo una soluzione insieme alla Lega, come abbiamo sempre fatto. Sono molto fiducioso. Noi come M5S abbiamo lavorato a una riduzione degli scaglioni e della pressione fiscale attraverso il coefficiente familiare e in questo senso si individuerà un punto di incontro, ne sono certo. L’importante è non fare facili promesse alla Berlusconi, come rappresentanti dello Stato non dobbiamo mai dimenticarci di avere delle responsabilità nei confronti dei cittadini”. È quanto dichiara il vicepremier Luigi Di Maio.

Nell’ipotesi di simulazione si fa riferimento ad una Flat tax che prevede una deduzione di 3mila per ciascun componente del nucleo familiari con reddito fino a 35mila euro mentre per i redditi superiori ai 50mila euro all’anno, secondo la simulazione, non sarebbe prevista alcuna deduzione. Il testo fa riferimento ad una duplice aliquota: del 15% fino a 80mila euro di reddito e del 20% per i redditi eccedenti tale soglia. La misura, si legge nel documento, favorirebbe un numero di nuclei familiari pari a 16,4 milioni mentre il vantaggio medio familiare sarebbe di circa 3600 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE