fbpx

La sosta di San Nicola alla Camera di commercio

Cronaca

Un abbraccio tra fede e lavoro

Di Riccardo Guglielmi

BARI – Anche quest’anno, durante la processione e prima dell’imbarco, San Nicola, accompagnato dal sindaco Antonio Decaro e da autorità civili e militari, è entrato nel Salone della Camera di Commercio, accolto dal presidente Alessandro Ambrosi, da dirigenti e funzionari. Una tradizione che si ripete ogni anno a testimonianza del forte legame tra mondo del lavoro e San Nicola; il sigillo dell’ente dal 1949 coincide con l’effige del Santo.

Il patrono di Bari è il Santo che veglia sui marinai e sugli uomini operosi. Rappresenta un’immagine di fede e preghiera che accompagna, anche nei momenti di difficoltà, il cammino di quanti attribuiscono un significato valoriale al lavoro e alla solidarietà.

«E’ un momento importante, decisivo nella nostra economia messa a dura prova dalla globalizzazione- ha dichiarato il presidente Alessandro Ambrosi- rilevando il ruolo sociale delle aziende che creano sviluppo e occupazione. San Nicola è la guida, un faro per tutti, e infonde coraggio, fiducia e speranza».

«San Nicola è il Santo dell’unione tra uomini e popoli – ha replicato il priore della Basilica, Ciro Capotosto – La preghiera e la devozione sono alla base del dialogo e della risoluzione. E’ l’esempio che va seguito e trasmesso alle future generazioni».

Terminata la visita, Mons. Francesco Cacucci, vescovo di Bari e Bitonto, ha celebrato al Barion, la Santa Messa, al termine della quale la statua è salita a bordo del peschereccio Nicolaus. L’ormeggio nei pressi del molo Sant’Antonio permetterà alla gente di mare e ai devoti di portare il “saluto a mare” a San Nicola.

Nel pomeriggio saluto a San Nicola anche dalle Frecce tricolori. Postazione ideale quella del peschereccio Nicolaus per ammirare la pattuglia acrobatica dell’Aeronautica Militare.

redazione@corrierenazionale.net


One Reply to “La sosta di San Nicola alla Camera di commercio”

  1. […] La sosta di San Nicola alla Camera di commercio […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE