fbpx

ISPI Istituto per gli studi di politica internazionale

Scuola, Formazione & Università

L’ISPI, fondato nel 1934, è tra i più antichi e prestigiosi istituti italiani specializzati in attività di carattere internazionale, con sede a Palazzo Clerici a Milano.

È un’associazione di diritto privato, eretta in Ente morale nel 1972, operante sotto la vigilanza del ministero degli Affari Esteri e, per quanto concerne la gestione, sotto il controllo del Ministero dell’Economia e delle Finanze e della Corte dei Conti.

La produzione scientifica dell’ISPI si è sempre contraddistinta per un forte orientamento pragmatico (basato sul monitoraggio delle diverse aree geopolitiche e sull’interpretazione delle principali tendenze in atto nello scenario globale, con l’obiettivo di fornire indicazioni e chiavi di lettura agli operatori politici ed economici), un approccio interdisciplinare (assicurato dalla stretta collaborazione tra specialisti in studi economici, politici, giuridici, storici e strategici, provenienti anche da ambiti non accademici) e la partnership con prestigiose Istituzioni e Centri di ricerca di tutto il mondo.

L’attività dell’Istituto è articolata in quattro direttrici primarie: la ricerca (strutturata in Osservatori e Programmi su specifiche aree geopolitiche o tematiche trasversali), le pubblicazioni, la formazione e l’organizzazione di eventi.
Il target è tradizionalmente molto ampio: dagli studenti ai rappresentanti del mondo politico e della cultura, dagli esponenti delle amministrazioni pubbliche, degli organismi internazionali e delle organizzazioni non governative alla “business community”, quest’ultima ancora oggi tra gli interlocutori primari, nonché significativa sostenitrice dell’Istituto.

In particolare, l’ISPI rappresenta oggi in Italia uno dei principali centri di formazione di nuovi diplomatici (oltre il 20% degli ammessi alla carriera diplomatica negli ultimi anni proviene da questo Istituto) e di giovani che desiderano lavorare nelle organizzazioni internazionali, governative e non, nonché a stimolare il dibattito sui temi di attualità dello scenario globale. L’ISPI resta inoltre un punto di riferimento per le imprese e le Istituzioni che intendono ampliare il proprio raggio d’azione all’estero, offrendo materiali e incontri ad hoc.

Il Ranking 2016 “Global Go To Think Tank Index Report” (decima edizione), redatto dall’Università di Pennsylvania, ha rafforzato il posizionamento di ISPI tra gli oltre 6000 Think Tank del mondo candidati al ranking, confermandolo tra gli 11 Think Tank italiani nella graduatoria finale.

Nelle categorie più ampie e prestigiose, ISPI si conferma infatti al primo posto in Italia:

  • scalando in due anni 52 posizioni tra i “Top 175 Think Tanks Worldwide (US and non-US)”;
  • guadagnando nello stesso periodo 19 posizioni nella categoria “Top 150 Think Tanks Worldwide (non-US)”;
  • attestandosi al 29° posto tra i migliori 125 Think Tank europei.

Significativo il posizionamento nelle categorie ‘speciali’, dove ISPI è secondo al mondo – dopo la Munich Security Conference e seguito da IFRI, Brookings, Chatham House e German Marshall Fund – nella categoria “Best Think Tank Conference 2016“ con la seconda edizione di Rome MED;  ISPI è infine  quinto tra i “Best Managed Think Tank” dopo la Fondazione Getulio Vargas, Bruegel, Brookings Institution e Chatham House.

L’intero ranking 2016 è scaricabile all’indirizzo http://repository.upenn.edu/think_tanks/12/

Dal 2013 l’ISPI partecipa ai T20 Summit, le riunioni ufficiali dei think tank dei Paesi del G20, come rappresentante italiano. 

ISPI SCHOOL 

L’ISPI si occupa di formazione fin dal 1950 e attualmente propone un’ampia offerta formativa pensata per coloro che, a diversi livelli, vogliono scoprire, conoscere e approfondire le problematiche legate allo scenario internazionale, agli affari europei, al mondo della cooperazione e a quello dell’assistenza umanitaria.

Sono infatti previste varie tipologie di corsi rivolti a studentilaureatiprofessionisti, con l’obiettivo di rispondere alle diverse esigenze di un pubblico vario per età e formazione ma comunque interessato ai temi internazionali e di grande attualità.

L’offerta formativa ISPI prevede:

  • MASTER: programmi annuali per acquisire strumenti utili a operare nei contesti internazionali
    • Master in Diplomacy: percorso di preparazione al concorso diplomatico, unico canale di accesso in Italia alla carriera diplomatica. Organizzato d’intesa con l’Istituto Diplomatico del Ministero degli Affari Esteri;
    • Master in International Cooperation (Development – Emergencies): percorso di preparazione per chi vuole lavorare nella Cooperazione internazionale, sia nei contesti di sviluppo che di emergenze umanitarie.
  • PROFESSIONAL CERTIFICATE: programmi intensivi per operatori nel settore della cooperazione internazionale.
    • Migrazione e accoglienza: attività e professioni a sostegno dei migranti
    • Project Cycle Management 
  • WINTER E SUMMER SCHOOL: un catalogo di corsi brevi (della durata di 2 giorni) nelle seguenti aree tematiche:
    • Affari Europei
    • Emergenze e Interventi Umanitari
    • Geopolitica e sicurezza globale
    • Human Security & Sustainable Development
    • Sviluppo e Cooperazione Internazionale

Sono rivolti a chiunque voglia conoscere di più sullo scenario internazionale. I corsi sono proposti durante tutto l’anno (durante la Winter School, da novembre a maggio, solo il venerdì e il sabato, e durante la Summer School, nei mesi di giugno, luglio, settembre, tutti i giorni dal lunedì al sabato).

  • DIPLOMI: pensati sempre per studenti o professionisti che intendano avvicinarsi al mondo delle relazioni internazionali, sono costituiti da 5 corsi brevi (della durata di 2 giorni) frequentati durante la Winter e Summer School e appartenenti alla stessa area tematica (elencate nel punto precedente)
  • INTENSIVE COURSE: ECHO HUMANITARIAN ACTION: corso intensivo di 3 giorni, in lingua inglese, per la gestione operativa dei progetti umanitari finanziati da ECHO, organizzato in collaborazione con la Fondazione punto.sud
  • DIPLOMA DI POLITICA INTERNAZIONALE – PALERMO: nell’ambito del Progetto di Alta Scuola di Politica Internazionale avviato nel 2013, è un Diploma rivolto prioritariamente a 100 studenti delle Lauree Specialistiche in Scienze Politiche ed Economia e del IV e V anno di Giurisprudenza. Lezioni e incontri, tenuti da diplomatici italiani, funzionari di organizzazioni internazionali, giornalisti ed esperti di politica internazionale, si svolgono a Palermo, presso Palazzo Branciforte.
  • CORSI DI LINGUA: al momento disponibili quelli di lingua portoghese (brasiliano) nell’ambito della collaborazione con le Fondazioni Italia-Cina e Italia-Russia per promuovere l’insegnamento delle lingue dei Paesi BRIC. Previsti corsi dal livello base (A1) al livello avanzato (C2) e il corso CELPE-BRAS (l’unica Certificazione di Competenza in Lingua Portoghese per Stranieri, sviluppata e sostenuta dal Ministero della Pubblica Istruzione brasiliano, applicata in Brasile e in altri Paesi con l’appoggio del Ministero delle Relazioni Estere – MRE)
  • MODULI FORMATIVI AD HOC: percorsi formativi su misura, progettati su richiesta di enti e istituzioni. 

La Faculty

La Faculty dell’ISPI si avvale del contributo di accademici, esperti, funzionari internazionali ed operatori di ONG al fine di garantire in ogni corso un approccio interdisciplinare e concreto che affianchi alla teoria analisi di casi, lavori di gruppo, simulazioni. Nella realizzazione dei corsi l’ISPI collabora, tra gli altri, con: CeLIM, CISV, Commissione EU, IOM, ECES, FAO, IIHL, Intersos, OXFAM Italia, Protezione Civile, Punto.Sud, Scuola di Roma Fundraising.

Orientamento alle carriere internazionali

L’impegno della ISPI School a favore delle carriere internazionali non si esaurisce con i corsi. Periodicamente, infatti, ISPI organizza Globe, l’evento che si propone come punto di riferimento in Italia per l’informazione e l’orientamento sulle carriere in ambito internazionale. Inoltre, sul blog InFormarsi per il Mondo sono riportati racconti ed esperienze di giovani cooperanti e neo diplomatici, consigli da personale esperto e informazioni su opportunità e strumenti utili per muovere i primi passi.

***

I MASTER DELL’ISPI 

I Master dell’ISPI sono programmi annuali full time indirizzati a giovani che vogliano intraprendere la carriera diplomatica (MASTER IN DIPLOMACY) o lavorare in organismi internazionali o organizzazioni non governative nei settori della cooperazione allo sviluppo e della gestione delle emergenze (MASTER IN INTERNATIONAL COOPERATION (Development – Emergencies)

Entrambi i Master sono realizzati con il sostegno della Fondazione Cariplo.

Ogni anno, prima dell’inizio di ogni nuova edizione del Master, la ISPI School organizza vari OPEN DAY, incontri ad hoc (presso la sede dell’ISPI) aperti a tutti i ragazzi che vogliono avere maggiori informazioni e dettagli su struttura, contenuti, sbocchi occupazionali dei Master.

MASTER IN DIPLOMACY

ATICA

Rivolto a coloro che intendono intraprendere la carriera diplomatica, il Master in Diplomacy offre una preparazione mirata sulle materie oggetto di Concorso. Giunto alla XIX edizione, il Master è organizzato d’intesa con il Ministero degli Affari Esteri e rappresenta un collaudato percorso formativo nella preparazione di tutte le materie oggetto del Concorso Diplomatico bandito dal Ministero:

  • Diritto internazionale pubblico e dell’Unione Europea
    • Politica economica e cooperazione economica commerciale e finanziaria multilaterale
    • Storia delle Relazioni Internazionali
    • Lingua Inglese + Una seconda lingua straniera a scelta tra Francese, Spagnolo o Tedesco

 (Per il programma dettagliato del concorso clicca qui) 

INIZIO LEZIONI: 4 settembre 2017
SCADENZA ISCRIZIONI: 26 giugno 2017
SELEZIONI: 3-4 luglio 2017
OPEN DAY 2017: 20 aprile, 24 maggio, 14 giugno alle ore 16.30
COSTO DI ISCRIZIONE: 5.500,00 euro (IVA inclusa)

 Programma

  • Full time, da settembre ad aprile (la conclusione è legata alle tempistiche della pubblicazione del bando di concorso, assicurandosi che il programma di studi sia stato completato entro tale data)
  • Frequenza obbligatoria.
  • Lezioni in lingua italiana, dal lunedì al giovedì, ore 9- 16. Spesso lezioni anche di venerdì.
  • Previste varie simulazioni delle prove di Concorso durante il Master
  • Possibilità di partecipare alle numerose conferenze e tavole rotonde promosse dall’ISPI.
  • Corsi arricchiti da interventi di diplomatici in carriera, funzionari del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e altri esperti della Diplomazia Internazionale.
  • Docenti con pluriennale esperienzanelle materie valutate in sede concorsuale (per l’elenco completo si veda qui) 

L’ammissione al Master è subordinata al superamento di un processo di selezione considerando:

  • Curriculum dei candidati (voto di laurea, tipo di laurea, esperienze internazionali di studio, esperienza lavorativa)
    • Ammessi alle selezioni anche studenti laureandi, la cui laurea sia prevista entro dicembre.
  • Test di conoscenza linguistica (inglese e francese o spagnolo o tedesco)
  • Test di accertamento sulla conoscenza delle materie di base (Storia delle Relazioni Internazionali, Diritto, Economia)
  • Prova attitudinale (questionario psico-attitudinale formato quesiti a risposta multipla)
  • Prova orale: solo i candidati giudicati positivamente sulla base del curriculum e dell’esito dei test di cui sopra verranno ammessi al colloquio motivazionale e di presentazione. Tale colloquio sarà effettuato, in parte, in lingua straniera (inglese e seconda lingua).
  • L’esito delle selezioni sarà espresso a giudizio insindacabile della Commissione Esaminatrice.

 

I requisiti di ammissione al Master fanno riferimento alle categorie specificate dal Ministero degli Affari Esteri (rif. Nuovo regolamento 2008, pubblicato nella Gazz. Uff. 14 aprile 2008, n. 88):

  • Cittadinanza italiana;
  • Laurea magistraleappartenente alle seguenti classi, di cui al decreto del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica 28 novembre 2000: finanza (classe n. 19/S), giurisprudenza (classe n. 22/S), relazioni internazionali (classe n.60/S), scienze dell’economia (classe n. 64/S), scienze della politica (classe n. 70/S), scienze delle pubbliche amministrazioni (classe n. 71/S), scienze economiche per l’ambiente e la cultura (classe n. 83/S), scienze economico-aziendali (classe n. 84/S), scienze per la cooperazione allo sviluppo (classe n. 88/S), studi europei (classe n.99/S); OPPURE laurea magistrale a ciclo unicoin giurisprudenza (classe n. LMG/01) e ogni altra equiparata a norma di legge / diploma di laurea in: giurisprudenza, scienze politiche, scienze internazionali e diplomatiche, economia e commercio, di cui all’articolo 1 della legge 19 novembre 1990, n. 341, e ogni altro equiparato a norma di legge, conseguito presso università o istituti di istruzione universitaria.
  • Idoneità psico – fisica; godimento dei diritti politici.
  • Eta’non superiore ai 35 anni. (Il limite di età può essere innalzato per un massimo complessivo di tre anni in casi specificati nel regolamento del Ministero)

! Per ulteriori dettagli circa i requisiti di ammissione al Concorso: sito del Ministero www.esteri.it.

! Non sono ammessi alle prove concorsuali i candidati che, nei concorsi banditi dopo il 1° gennaio 2003, abbiano già portato a termine per tre volte, senza superarle, le prove scritte d’esame. 

Alcuni vincitori ISPI del Concorso Diplomatico

Nel corso della sua pluridecennale tradizione, l’ISPI ha preparato alcuni dei principali esponenti del mondo della politica internazionale di oggi, tra cui Giulio Terzi di Sant’Agata, già Ministro degli Esteri; Elio Menzione, Ambasciatore a Pretoria; Michelangelo Pipan, Ambasciatore a Bangkok; Alessandro Minuto Rizzo, Responsabile Relazioni Internazionali ENEL; Gabriele Giudice, Mission Chief for the EU Financial Assistance to Latvia, EU Commission; Guido Walter La Tella, DG Sistema Paese; Andrea Meloni, Direttore Generale DG Sistema Paese; Pier Giorgio Aliberti, Ambasciatore in Myanmar.

La validità dell’offerta formativa ISPI è confermata dagli esiti dei più recenti concorsi per l’accesso alla Carriera Diplomatica: dal 2008, oltre il 20% dei vincitori ha frequentato il nostro Master in Diplomacy, con trend in progressivo aumento.

MASTER IN INTERNATIONAL COOPERATION (Development-Emergencies)

                                                                          

Giunto quest’anno alla XIX edizione, è un Master rivolto a chi vuole lavorare nelle principali aree della cooperazione internazionale e fornisce competenze e strumenti necessari per lavorare sia negli interventi di sviluppo che nelle emergenze umanitarie. Attraverso simulazioni, laboratori, case studies, lavori di gruppo, study tour ed executive meeting, i partecipanti al Master potranno mettere in pratica le competenze apprese durante le lezioni di inquadramento teorico, acquisendo familiarità con strumenti, metodi e skills richiesti agli operatori della cooperazione allo sviluppo. 

INIZIO LEZIONI: 9 ottobre 2017
SCADENZA ISCRIZIONI: 15 settembre 2017
SELEZIONI: 20-21 settembre 2017
OPEN DAY 2017: 29 maggio, 19 giugno h 17.00
COSTO DI ISCRIZIONE: 5.950 euro (IVA inclusa) + 650,00€

a parziale copertura delle spese di viaggio e alloggio per lo Study Tour

Requisiti

  • Laurea quadriennale o specialistica
    • Prese in considerazione anche le candidature di laureati in possesso di diploma di laurea triennale ma con reale esperienza internazionale (stage, internship, programmi di studio, esperienze lavorative, …).
  • Studenti laureandi, la cui laurea sia prevista entro novembre
  • Conoscenza della lingua inglese (indicativamente livello B2) e seconda lingua.

Selezioni

  • Valutazione del curriculum dei candidati (si considerano voto e tipo di laurea, esperienze internazionali di studio e lavorative).
  • Test di conoscenze linguistiche (inglese e una seconda lingua)
  • Colloquio motivazionale e di presentazione effettuato in parte in lingua inglese.

Struttura del Master:

  • Full time, da ottobre a giugno (lezioni: prevalentemente da lunedì a giovedì, ore 9:30-16.30, ma spesso i lavori di gruppo si svolgono nel tardo pomeriggio o di venerdì)
  • Study Tour nei Territori palestinesi in collaborazione con Oxfam Italia
    • Si tratta di una missione sul campo in cui gli studenti analizzano il contesto locale al fine di realizzare veri e propri progetti di sviluppo e di assistenza umanitaria. Al rientro in Italia, divisi in gruppi e sulla base dei dati raccolti, elaborano i progetti sotto la guida del coordinatore del Master e li presentano a una commissione di esperti durante gli Executive Meetings. Il Master dunque finisce con un progetto che inizia! (Dal 2007 al 2009 lo Study Tour si è svolto in Kosovomentre dal 2010 si svolge nei Territori Palestinesi, essendo ancora la situazione israelo-palestinese una delle più complesse al mondo.)
  • Stage (3-6 mesi) presso organizzazioni internazionali e ONG, Istituzioni o Enti, attivi nel campo della Cooperazione Internazionale. L’ISPI fornisce una tutorship individuale nella scelta dello stage e nella preparazione dei curricula.
  • Docenti e professionisti provenienti da istituzioni e organizzazioni specializzate nella cooperazione internazionale (ad es. ONG italiane e straniere, Agenzie dell’Onu, Banca Mondiale, UE, …).
    (Lista completa dei docenti qui) 

Internship:

Negli ultimi tre anni, i partecipanti al Master ISPI hanno effettuato stage in:

Albania, Angola, Benin, Brasile, Burkina Faso, Cambogia, Cameroun, Capo Verde, Cina,Congo, Costa D’Avorio, Costa Rica, Croazia, Ecuador, Etiopia, Georgia, Giordania, Guatemala,Kenia, Kosovo, Haiti, Laos, Libano, Mali, Marocco, Mozambico, Namibia, Nepal, Nicaragua,Nigeria, Panama, Perù, R.D. Congo, Senegal, Siria, Sud Africa,  Sudan, Sud Sudan, Tanzania, Territori Palestinesi, Tunisia, Vietnam, Zanzibar, con le seguenti organizzazioni:

La validità dei programmi ISPI è testimoniata dai dati relativi al placement: a tre mesi dal termine del Master l’88% degli alumni lavora (dati dell’indagine 2015). 

*** 

PROFESSIONAL CERTIFICATE 

I Professional Certificate nascono come corsi intensivi su tematiche legate alle emergenze umanitarie, alla cooperazione allo sviluppo e all’Unione Europea, pensati per fornire ai partecipanti le conoscenze, le tecniche e gli strumenti più avanzati per affrontare con successo le varie problematiche a essi collegate.

Sono destinati a operatori di associazioni, Agenzie, ONG, Enti locali, operatori del settore o a chiunque abbia una comprovata base teorica e/o pratica sul tema. La faculty dei Professional Certificate è composta da specialisti degli interventi umanitari, della cooperazione internazionale, nonché da consulenti con pluriennale esperienza nel settore e docenti universitari.

La didattica di tipo “tradizionale” è integrata, da testimonianze, esercitazioni, simulazioni, illustrazioni di casi pratici e lavori di gruppo. Necessaria la frequenza di almeno il 70% delle lezioni per ottenere attestato di partecipazione, e il superamento di una prova finale d’esame per il relativo Professional Certificate.

I Professional Certificate al momento offerti sono:

– Migrazione e accoglienza: attività e professioni a sostegno dei migranti (25-26-27 maggio; 16-17 giugno 2017)

Project Cycle Management (prossime date da definire)

Professional Certificate In

“MIGRAZIONE E ACCOGLIENZA: ATTIVITA’ E PROFESSIONI A SOSTEGNO DEI MIGRANTI”

25-26-27 maggio e 16-17 giugno 2017 

COORDINATORE: Gianni Rufini, Direttore Generale di Amnesty International Italia

Negli anni più recenti, stiamo assistendo a uno dei più consistenti movimenti di migranti e rifugiati dalla seconda guerra mondiale. A livello globale si calcola che il fenomeno migratorio coinvolga circa 63,9 milioni di persone, tra sfollati interni e migranti forzati. Dato lo squilibrio che continua a mantenersi tra Paesi in via di sviluppo e Paesi sviluppati sul fronte dell’accoglienza di migranti e rifugiati, è necessario un nuovo approccio globale ai movimenti migratori fondato su una vera cooperazione internazionale e su una più equa ripartizione delle responsabilità e degli oneri. Essendosi sviluppate diverse professionalità ed essendo necessarie persone qualificate, il programma si propone di creare una prima base di conoscenze e capacità per operare concretamente ed efficacemente in questo campo.

Organizzato da ISPI e in collaborazione con

Strutturato in cinque moduli, il percorso intende:

– introdurre gli elementi essenziali di orientamento e di inquadramento del fenomeno migratorio e delle professionalità che vi ruotano attorno;

– presentare l’ambito dell’assistenza diretta (medica, umanitaria e legale) a migranti e richiedenti asilo, attraverso casi concreti e buone pratiche;

– approfondire pratiche e norme che impediscono la piena accoglienza e integrazione, sia scolastica che lavorativa;

– fornire strumenti concreti per la costruzione di un percorso di attivazione, personale e professionale, nell’ambito della migrazione e dell’asilo.

DESTINATARI:

– Persone già impegnate, o che desiderino impegnarsi, in attività di assistenza, aiuto legale, mediazione culturale, integrazione sociale, sostegno lavorativo o scolastico, a migranti e rifugiati.

– Personale di ONG o associazioni di assistenza, centri di accoglienza pubblici o privati, servizi di protezione per rifugiati e richiedenti asilo, enti locali impegnati nell’integrazione di migranti, servizi di supporto e riabilitazione per migranti vittime di violenza o traumi.

– Insegnanti e personale didattico, personale di pubblici servizi o strutture sanitarie che operano con migranti e rifugiati.

INFORMAZIONI:

Iscrizioni: entro il 12 maggio, inviando il proprio CV a professional.certificate@ISPIonline.it.

Le candidature sono valutate sulla base del CV.

Durata: 5 giorni divisi in due blocchi (25-26-27 maggio  e 16-17 giugno)

Costo: € 700

Sede di svolgimento: ISPI, Via Clerici, 5, 20121 Milano

Programma provvisorio:

25/5

9.30-11.15

 

Introduzione al fenomeno migratorio

Geopolitica

Il viaggio, Numeri, Prospettive

Gianni Rufini (Amnesty Italia)

 

11.30/13.15

 

Le istituzioni e le organizzazioni impegnate Gianni Rufini (Amnesty Italia)
14.30/15.30

 

Il lavoro nella migrazione (I dati di chi si occupa dei migranti, che mercato c’è….) (dov’è, chi lo fa, cosa serve, dove va) TBD
15.30/18.30 Il viaggio e il soccorso Search and rescue

L’assistenza umanitaria

Francesca Zuccaro (Medici Senza Frontiere)
26/5

9.30-12.30

L’arrivo e la prima accoglienza

Le tipologie di accoglienza

I centri Il lavoro

Massimo Chiodini (Progetto ARCA Onlus)

 

12.30/13.30 L’accoglienza informale Roberto Bernasconi (Caritas Como)

 

14.30/16.15 Problematiche sanitarie

 

Amelia Chiara Trombetta (Università di Genova)
16.30/18.30 L’asilo, la protezione e i diritti legali

Assistenza legale, i profili richiesti

Advocacy Livio Neri (ASGI)
27/5

9.30/11.15

Trauma e supporto psicologico

La vulnerabilità, Il primo soccorso

Figure professionali

Silvia Cauzzi MSF / TBC

 

11.30/13.15 I gruppi vulnerabili: tratta e minori Stefano Trovato, Liviana Marelli e Tiziana Bianchini (CNCA)

 

14.30/15.30 Ospitalità e mediazione culturale Il processo di adattamento I percorsi d’integrazione Stefano Trovato (CNCA)

 

15.30/18.30 Multiculturalità e Interculturalità Il mondo dell’Educazione Il lavoro nella scuola Francesca Cesarotti (Amnesty Italia)
16/6 9.30/11.15 Il mercato del lavoro per i migranti Progetti Iniziative Marco Omizzolo (In Migrazione e Tempi Moderni)
11.30/12.30 Sfruttamento e nuovo schiavismo Marco Omizzolo (In Migrazione e Tempi Moderni)
12.30/13.30 Credito e rimesse Il lavoro nel settore del credito CeSPI (TBC)
14.30/17.00 Imprenditorialità Accesso ai finanziamenti CeSPI (TBC) Formazione
17.15/18.30 L’esperienza dei piccoli comuni Riace, Sicilia, ecc. Mimmo Lucano (Sindaco di Riace)
17/6

9.30/11.15

Razzismo e discriminazione Gianni Rufini (Amnesty Italia)
11.30/13.15 Hate Speech e Hate Crimes Il contrasto alla xenofobia Prevenzione e azione giudiziaria Udo Enwereuzor (COSPE)
14.30/16.15 Diritti civili, Ius Soli Udo Enwereuzor (COSPE)
16.30/18.30 Progettare il futuro

 

Gianni Rufini (Amnesty Italia)

 *** 

CORSI BREVI PROPOSTI DURANTE TUTTO L’ANNO:

CORSI WINTER E SUMMER SCHOOL 

Le Winter e Summer School dell’ISPI offrono a studenti, neolaureati e giovani professionisti l’opportunità di avvicinarsi ai principali temi internazionali attraverso un catalogo di corsi brevi intensivi su temi quali: Affari Europei, Emergenze e Interventi Umanitari, Geopolitica e sicurezza globale, Human Security & Sustainable Development, Sviluppo e Cooperazione Internazionale.

Winter School

Da novembre a maggio, corsi di 2 giorni proposti nel week-end (venerdì e sabato, dalle 9.30 alle 18.30)

Summer School

A giugno, luglio e settembre, corsi di 2 giorni (proposti di lunedì-martedì, mercoledì-giovedì, venerdì-sabato) dalle 9.30 alle 18.30

La frequenza a 5 corsi appartenenti alla stessa area tematica consente di conseguire un Diploma.

L’approccio multidisciplinare adottato consente un’analisi storica, politica, giuridica, economica e culturale delle tematiche affrontate, fornendo ai partecipanti gli strumenti necessari per ulteriori approfondimenti. La didattica di tipo “tradizionale” è integrata da testimonianze, esercitazioni, simulazioni, illustrazioni di casi pratici, nonché dal coinvolgimento attivo dei partecipanti attraverso lavori di gruppo.

I corsi della Winter e della Summer School dell’ISPI sono riconosciuti da alcune facoltà universitarie della Lombardia ai fini dell’ottenimento di crediti formativi.

La qualità dei corsi della Winter School è dimostrata dal giudizio positivo espresso negli anni dai suoi partecipanti.

2015/2016 2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011
Valutazione media dei corsi 8,5 8,4 8,5 8,2 8,0 8,2

La Summer School ISPI è anche partner della Summer School di Milano. Grazie a questo accordo, ogni studente che frequenta corsi della Summer School ISPI riceverà una tessera con la quale poter usufruire di sconti in diverse mostre e musei di Milano.


Quota di iscrizione:
 200 euro, da versare entro due settimane dall’inizio del corso.

Al termine del corso, a chi ha frequentato almeno l’80% delle lezioni, verrà consegnato un attestato di partecipazione.

*** 

DIPLOMI

I Diplomi dell’ISPI propongono percorsi per l’approfondimento delle principali tematiche internazionali, utili ad arricchire le proprie conoscenze e valutare eventuali percorsi lavorativi in campo internazionale. Si rivolgono a studenti universitari, neo-laureati e giovani professionisti.

Ogni Diploma è articolato in 5 corsi, da scegliere tra quelli proposti nella Winter School e nella Summer School, e si ottiene previo superamento di un esame finale (da sostenere entro 6 mesi dall’ultimo corso frequentato). L’iscrizione è possibile in qualsiasi momento dell’anno, compatibilmente con i corsi proposti nel calendario della Winter e Summer School. Si avranno poi 12 mesi di tempo dal primo corso frequentato per poter frequentare i restanti 4 corsi.

Quota di iscrizione: 800,00 euro.

E’ possibile iscriversi a un secondo Diploma versando quota di 600 euro e utilizzando un corso in comune tra i due Diplomi stessi.

Attualmente è possibile conseguire i Diplomi in:

  1. Affari Europei
  2. Emergenze e Interventi Umanitari
  3. Geopolitica e sicurezza globale
  4. Human Security & Sustainable Development
  5. Sviluppo e Cooperazione Internazionale
  1. Diploma in AFFARI EUROPEI

Percorso dedicato a chi vuole analizzare i diversi aspetti – economici, politici e sociali – dell’azione dell’Unione Europea. Propone corsi di inquadramento, volti ad analizzare gli aspetti istituzionali e i fondamenti economici dell’UE, e corsi di approfondimento sulle diverse politiche europee.

Composto da 5 corsi, tra cui 1 o 2 del Gruppo A e altri 3 o 4 del Gruppo B:

Gruppo A

·         Il futuro dell’Unione Europea: integrazione e istituzioni

·

·         L’economia dell’Unione Europea: rilancio o declino?

 

Gruppo B

·         Europa e Mediterraneo

·         Europrogettazione: finanziamenti e metodi

·         Europrogettazione: tecniche e strumenti

·         I diritti umani in Europa

·         Energia e cambiamenti climatici: ruolo e politiche dell’UE tra processo negoziale e citizens engagement

·         Le politiche energetiche dell’Unione Europea

·         L’Europa nel mondo: la politica estera, di sicurezza e difesa dell’UE

·         L’Europa sociale: le politiche dell’Unione Europea

·         Project Cycle Management

·         Unione Europea e America Latina: opportunita’ e sfide

·         Unione Europea: mercato e concorrenza

·         L’Unione Europea e la politica estera degli Stati Uniti all’avvio della presidenza Trump

 

  1. Diploma in EMERGENZE E INTERVENTI UMANITARI

Offre un percorso formativo di approfondimento delle tematiche relative alle operazioni internazionali di aiuto umanitario; i corsi proposti intendono inquadrare il ruolo delle istituzioni preposte a operare in contesti di emergenza e ne analizzano le modalità di intervento.

Composto da 5 corsi: 2 corsi obbligatori (prima il corso Emergenze Umanitarie – base e poi il corso Emergenze Umanitarie – avanzato) e altri 3 corsi a scelta tra quelli proposti nel Gruppo B:

Gruppo A

·         Emergenze umanitarie (corso base)

·         Emergenze umanitarie (corso avanzato)

 

Gruppo B

·         Human Rights Defenders

·         Humanitarian Protection

·         Il diritto nelle emergenze umanitarie

·         La logistica nelle emergenze umanitarie

·         Il negoziato nelle crisi umanitarie

·         Media, emergenze e conflitti

·         Migrazione e azione umanitaria

·         Monitoraggio e valutazione nell’aiuto umanitario

·         Paesi ad alto rischio e sicurezza personale

·         Project Cycle Management

·         Results Based Management

 

  1. Diploma in GEOPOLITICA E SICUREZZA GLOBALE

Si propone di fornire le conoscenze e gli strumenti chiave per comprendere le dinamiche e l’interdipendenza dei fenomeni geopolitici e geoeconomici, con particolare attenzione al tema sempre più rilevante della sicurezza e alle nuove sfide che la comunità internazionale è chiamata ad affrontare. Attraverso un approccio interdisciplinare verranno analizzati i fattori che influenzano le dinamiche interne e le proiezioni esterne dei principali protagonisti della politica internazionale, insieme alle nuove regole della Governance globale.

Al fine di assicurare un quadro più completo delle politiche attuate e dei cambiamenti in atto, sono proposti corsi con focus geografici, che mirano a un’analisi degli scenari regionali di diverse aree del mondo, e corsi sui macro trends, che prendono in esame le nuove problematiche e le conseguenze a livello nazionale e internazionale.

Il Diploma si compone di 5 corsi così suddivisi:

2 corsi obbligatori
– “L’Europa nel mondo: la politica estera, di sicurezza e difesa dell’UE”
– “NATO: trasformazione, interventi e sfide attuali”

3 corsi a scelta tra quelli proposti nell’elenco “Focus geografici” e “Macro trends”.

Gruppo FOCUS GEOGRAFICI

·         La politica estera americana nel mondo multipolare

·         Africa emergente: sviluppo, risorse e conflitti

·         L’Europa nel mondo: la politica estera, di sicurezza e difesa dell’UE

·         La Russia nella politica internazionale: risorse, obiettivi, strategie e partnership

 

Gruppo MACRO TRENDS

·         Democrazia e mutamenti di regime nei paesi arabi, africani e asiatici

·         L’ISIS e le nuove forme del jihadismo

·         Le missioni internazionali di osservazione elettorale

·         Paesi ad alto rischio e sicurezza personale

·         NATO: trasformazione, interventi e sfide attuali

 

  1. Diploma in HUMAN SECURITY & SUSTAINABLE DEVELOPMENT

Percorso multidisciplinare che affronta tematiche di assoluta attualità nell’ambito della sicurezza umana, un concetto proposto nel 1994 con lo Human Development Report di UNDP, ma divenuto popolare presso ONU, UE e ONG, solo di recente grazie ai suoi risvolti operativi relativi alla sicurezza economica, alimentare, sanitaria, ambientale, personale, sociale e politica emersi nel XXI secolo. I principi chiave della sicurezza umana si applicano tanto nei progetti di cooperazione allo sviluppo, quanto in quelli di aiuto umanitario e si basano su programmi People-centered, Comprehensive, Context-specific, Prevention-oriented, di Protection (top-down) e Empowerment (bottom-up).

Il Diploma offre corsi generali che permettono di inquadrare le questioni globali della sicurezza umana e corsi più specifici per approfondire alcuni aspetti operativi nell’ambito della sicurezza alimentare, della nutrizione, della salute, dell’economia verde.

Composto da 5 corsi, tra cui 2 corsi obbligatori del gruppo A (“Salute e nutrizione: alle radici della sicurezza umana” e “Food Security”) e 3 corsi a scelta tra quelli proposti nel gruppo B:

Gruppo A

·         Salute e nutrizione: alle radici della sicurezza umana

·

·         Food Security

 

Gruppo B

·         Green Economy and Development

·         Acqua: una risorsa contesa

·         Disaster Risk Reduction

·         Energia e cambiamenti climatici: ruolo e politiche dell’UE tra processo negoziale e citizens engagement

·         L’ISIS e le nuove forme del jihadismo

·         Migrazione e azione umanitaria

·         Parità di genere e women’s empowerment

 

 

  1. Diploma in SVILUPPO E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

Propone un approccio articolato per capire e approfondire l’utilità, le motivazioni ed il funzionamento della Cooperazione internazionale allo sviluppo. Il percorso prevede due corsi fondamentali e dunque obbligatori: uno di inquadramento generale della Cooperazione internazionale allo sviluppo e uno di base sul Ciclo del progetto (Project Cycle Management). Vi sono altri corsi che presentano gli attori attivi nella cooperazione e gli approfondimenti tematici importanti, necessari a completare il quadro di base formativa.

Composto da 5 corsi, tra cui 2 corsi obbligatori di inquadramento del Gruppo A (“La cooperazione internazionale allo sviluppo” e “Project Cycle Management”) e 3 corsi del Gruppo B:

Gruppo A

·         La cooperazione internazionale allo sviluppo

·         Project Cycle Management

 

Gruppo B

·         Corporate Social Responsibility

·         Disaster Risk Reduction

·         Fundraising e cooperazione

·         Gli slums e i progetti di sviluppo urbano partecipativo ed integrato

·         Media e ICT per lo Sviluppo

·         Nazioni Unite e sviluppo

·         ONG e sviluppo

·         Turismo responsabile, sviluppo sostenibile e cooperazione internazionale

·         Migrazioni e sviluppo

·         Sostenibilità economica di imprese sociali e organizzazioni nonprofit: dall’impact investing al crowdfunding

 

**

Intensive Course: Preparing and Implementing an ECHO Humanitarian Action

22-24 June 2017, Milan

In collaborazione con Fondazione punto.sud

La comunità internazionale si trova sempre più ad affrontare emergenze umanitarie di vario tipo e l’UE è tra i principali donatori di aiuti al mondo: dalle catastrofi naturali ai danni causati dall’uomo, ECHO (la DG per gli aiuti umanitari e la protezione civile della Commissione Europea) gestisce e finanzia le operazioni di soccorso per rispondere alle reali necessità delle persone e delle aree colpite. Negli ultimi anni, ECHO ha ridefinito regole e ruoli per assicurare un’efficace ed equa distribuzione degli aiuti e garantire trasparenza e responsabilità d’azione: conoscere le sue procedure è fondamentale per lavorare nel settore degli aiuti umanitari.

Il corso serve sia come introduzione che come specializzazione sulle tematiche legate a ECHO e sugli aspetti operativi dei progetti umanitari finanziati, dalla fase iniziale di inoltro della richiesta alla gestione dei costi fino all’attività finale di reporting e audit. È aperto a universitari, laureati, professionisti, operatori che vogliono lavorare nel settore degli aiuti umanitari e specialmente con i programmi ECHO.

  • 3 giorni di corso (9.30 -17.30)
  • Lezioni in inglese
  • Massimo 25 iscritti
  • Prima e dopo il corso i partecipanti hanno accesso a un corso in distance learning gestito dalla ONG sud sugli argomenti approfonditi in classe.
  • Rilasciato attestato di frequenza alla fine del corso.
  • Il corso è tenuto da personale e docenti esperti di punto.sud con esperienza diretta sui programmi ECHO, gestiti sia dalla sede centrale che sul campo. 

COSTO: 600 €, IVA inclusa, a copertura dei soli costi di iscrizione.
Non sono incluse le spese di viaggio, vitto e alloggio)

*** 

EPSO Competition Training Programme 

Tre giorni intensivi di preparazione ai concorsi EPSO, unico canale di ingresso alle posizioni permanent nell’UE. EPSO è infatti l’Ufficio Europeo di Selezione del Personale che gestisce le assunzioni nelle varie istituzioni e agenzie dell’UE (ulteriori dettagli su New EPSO competition).

Il corso prevede 3 giorni di lezioni interamente in lingua inglese e tenute da esperti dei concorsi EPSO

Si svolge a Milano presso la sede ISPI

Costo: 400,00€

(Il corso prevede un numero massimo di frequentanti e un numero minimo per l’attivazione)

Tramite questo link è scaricabile il Programma


One Reply to “ISPI Istituto per gli studi di politica internazionale”

  1. viagra ha detto:

    viagra

    WALCOME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE