fbpx

Black out alla Stazione Termini, caos treni a Roma

Cronaca

​GUASTO ELETTRICO CAUSATO DA UN PRINCIPIO DI INCENDIO

Termini in tilt, circolazione sospesa, caos treni a Roma anche in altre stazioni e sulle tratte limitrofe, oltre che all’aeroporto di Fiumicino, con code lunghissime ai taxi e il Leonardo Express fermo: e’ stata questa la conseguenza di un guasto elettrico causato, a quanto ha riferito la Polfer, da un principio di incendio in una cabina di controllo. Il ministro Delrio dopo oltre un’ora annuncia la soluzione vicina.

Un principio d’incendio nella cabina controllo della stazione Termini ha provocato un black out nello scalo ferroviario piu’ grande d’Italia, la paralisi del traffico dei treni e fortissimi ritardi fino a tarda sera. Centinaia di passeggeri hanno dovuto aspettare per ore sulle banchine, nei convogli e davanti ai tabelloni in tilt, mentre il caos si propagava a tutto il nodo ferroviario di Roma, con conseguenze sulle principali direttrici in Italia. Specialmente “in direzione Firenze e Napoli, sulle linee convenzionali e alta velocita’”, ha fatto sapere Rete ferroviaria italiana (Rfi), che ha riferito di un “guasto tecnico al sistema di alimentazione elettrica del Posto Centrale di Roma Termini”. Il blackout si e’ verificato intorno alle 19.10, sempre secondo Rfi: in base ai primi accertamenti della Polfer si sarebbe trattato di un corto circuito alla macchina di alimentazione della cabina di controllo di Termini, in fondo al Binario 1, che ha provocato un principio di incendio, subito spento. Non ci sono stati feriti ne’ intossicati. Sono entrati in funzione i sistemi di emergenza e sono intervenuti i tecnici di Rfi. E’ esclusa al momento l’origine dolosa. I treni sono rimasti fermi per piu’ di due ore a Termini e nelle altre principali stazioni di Roma, tra cui Tiburtina e Ostiense.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE