fbpx

Afghanistan: uccisa cooperante tedesca. A Kabul rapita collega finlandese

Cronaca

DECAPITATA GUARDIA DEL CORPO

Una cooperante tedesca e’ stata uccisa ieri sera ed una sua collega finlandese e’ stata rapita nell’attacco ieri sera a Kabul da parte di sconosciuti ad una guesthouse della ong svedese ‘Operation Mercy’. Durante l’attacco, avvenuto sulla Darulaman Road della capitale, e’ stata anche decapitata una guardia del corpo afghana della cittadina tedesca. Venti agenti della polizia nazionale e locale sono stati uccisi e altri dieci sono rimasti feriti in attacchi dei talebani ieri a due distretti ed al capoluogo (Qalat City) della provincia meridionale afghana di Zabul.

Uomini armati hanno attaccato una guest-house a Kabul, uccidendo una donna tedesca a una guardia afgana. L’ha riferito il ministero dell’Interno afgano oggi. Una cittadina finlandese è data per dispersa e si presume sia stata rapita durante l’attacco. “Una tedesca a una guardia afgana sono stati uccisi sabato sera verso le 23-30 vicino al posto di polizia numero 3 di Kabul. Una finlandese è stata rapita”, ha annunciato sul profilo Twitter un portavoce del ministero, Najib Danish. Un portavoce del ministero finlandese degli Esteri ha confermato il rapimento, senza ulteriori precisazioni. Secondo i media locali, le due donne lavoravano per una Ong internazonale a Kabul. La casa presso la quale vivevano è stata attaccata da uomini armati che hanno ucciso una delle guardie. Il direttore dell’Ong svedese “Operation Mercy” , Scott Breslin, ha dichiarato all’agenzia di stampa svedese TT che la sua organizzazion è stata convocata a una riunione di crisi stamani, riconoscendo implicitamente che almeno una delle due vittime lavorava per loro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE