fbpx

L’on. Nissoli (FI) dalla parte dei contrattisti italiani in Usa

Estero

 

 ROMA –  Oggi, l’on. Nissoli ha presentato una interrogazione al Ministro Alfano sulla questione del permesso di soggiorno per i contrattisti italiani in USA non in possesso di “green card”.

Infatti, si legge nell’interrogazione, “nel 2016 sono cambiate le regole concernenti il visto A2 concesso dagli USA di interesse degli impiegati a contratto italiani non in possesso di permesso di soggiorno”, e secondo queste regole tali lavoratori possono soggiornare in USA non più di 5 anni, passati i quali non potendo più stare negli USA dovrebbero lasciare il lavoro e rientrare in Italia.

Un problema che, secondo l’on. Nissoli, richiede “un intervento del MAECI presso le competenti autorità americane per una soluzione diplomatica del caso”.

Quindi, la deputata eletta in Nord e Centro America ha chiesto al Ministro degli Affari esteri come egli “abbia intenzione di prendersi carico delle esigenze dei nostri impiegati a contratto negli USA affinché essi possano continuare a svolgere il loro servizio, essenziale per la rete diplomatico-consolare, in condizioni ambientali ottimali”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE