fbpx

Prima di depilarvi… riflettete e pensateci su

Senza categoria

Un sorriso a denti stretti.

Il vero problema dell’estate che colpisce sia le donne che gli uomini è la depilazione. Gli unici scaffali vuoti dei supermercati sono quelli che contenevano creme e prodotti per la depilazione radicale. Anche i centri estetici sono presi d’assalto per estirpare il nostro unico, vero portafortuna: “il pelo”. Da questa nuova moda-mania sono stati contagiati pure i maschietti che pur di mettere in bella vista la loro tartaruga o “addominali gonfiati”, sono pronti a soffrire le pene dell’inferno sottoponendosi a dolorose e violente cerette a strappo. Il risultato finale potrà essere uno solamente, ovvero, un corpo glabro senza nemmeno un “pelo”. Fateci caso. A questo proposito, un sacco di gente, a mare, continua a piangersi addosso raccontando che ultimamente è perseguitato dalla iattura, meglio conosciuta come “sfiga”. Quasi nessuno pensa che il periodo negativo possa essere cominciato da quando si è deciso di affrontare una depilazione totale.

Vi prego di non pensare che sia impazzito. Vengo e mi spiego. Quanti di voi hanno pregato inutilmente i loro figli di non farsi il bagno dopo aver mangiato? Io ho sempre spiegato ai miei ragazzi che, anni addietro, avendo fatto un tuffo a stomaco pieno, non sono affogato e mi sono salvato per… un “pelo”. Altri, raccontano che: … ero ubriaco, alla guida del mio spider, per arrivare in tempo in aeroporto, non ho fatto un incidente mortale per… un “pelo”.  Oppure ripetiamo: …non sono caduto dalla scala per… un “pelo”; …stamattina non ho investito una vecchietta per…un “pelo”. Sentita stamattina. Una signora, sotto l’ombrellone, continuava a ripetere che essendo stata beccata dalla polizia stradale mentre usava il telefonino, per…un “pelo”… non mi hanno ritirato la patente. Tanti miei amici dovrebbero riconoscere che si siano diplomati o laureati solo per… un “pelo”.

E voi giovani d’oggi, volendo seguire una stupida moda, continuate a portare via, strappandolo, bruciandolo o eliminandolo dalla radice, l’unico amuleto (il pelo) che madre natura vi abbia concesso? Almeno, consci che nel depilarvi avete fatto qualcosa di sbagliato, non lamentatevi se la sfortuna vi perseguiterà a vita. Lo avete voluto voi !

Io vi ho dato il mio consiglio ma, come giustamente diceva Gesualdo Bufalino: …”la parola è una chiave ma il silenzio è un grimaldello” spero e mi auguro che lo scrittore e aforista Bufalino non avesse fatto riferimento a quanto da me riportato. Decidete voi.

Ninni di Lauro Dragone


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE