fbpx

Appello all’Inps di Altamura

Cronaca

I pensionati di Gravina, Poggiorsini e Altamura, chiedono che venga rivisto l’orario di vari servizi presso la sede INPS di Altamura, con un orario dalle ore 8,30 alle ore 12 dal lunedì al venerdì e dalle ore 15 alle ore 17, visto la discordanza fra l’orario che viene comunicato tramite il numero verde 803164 e  l’avviso all’utenza affisso presso la sede INPS di Altamura.
Premesso, che da una comunicazione dell’ INPS si evince, ” Tutti i nostri uffici INPS sono a disposizione per ogni informazione; può trovare l’elenco completo delle nostre sedi sugli elenchi telefonici o sul sito internet www.inps.it.
Può, inoltre , telefonare al numero gratuito 803 164: un operatore sarà a sua disposizione per informazioni e notizie dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 20 e il sabato dalle ore 8 alle ore 14.
Se preferisce, può infine rivolgersi ad uno degli Enti di patronato riconosciuti dalla legge, che le fornirà assistenza gratuita”
Alcuni pensionati, hanno telefonato al numero gratuito 803164 dopo aver precisato il numero del codice di avviamento postale, si sentono rispondere che l’orario degli uffici presso la sede INPS di Altamura è il lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, dalle ore 8,30 alle ore 12.oo,
Venuti a conoscenza per telefono dell’orario degli uffici INPS, si recano presso la sede INPS di Altamura il lunedì,  per chiedere informazioni in merito alla pensione, si sentono rispondere, che non è possibile, avere informazioni in merito alle pensioni,  di attenersi scrupolosamente a quanto riportato da un AVVISO All ‘UTENZA, al fine di ridurre i tempi di attesa ed offrire servizi qualificati, in considerazione dei risultati positivi ottenuti nei mesi precedenti , si conferma che l’informazione al pubblico sarà prestata secondo le seguenti modalità sino al 30/09/2017: Lunedì e Mercoledì: Prestazioni a sostegno del reddito, (ds,malattia e maternità); Martedì e Venerdì per le prestazioni pensionistiche.
Altri Pensionati, si sono recati personalmente per diversi giorni presso gli uffici della sede INPS di Altamura per poter chiedere informazioni in merito alla richiesta  di pagamento della pensione presso la banca e non più presso l’ufficio postale,  per evitare di pagare il canone mensile di euro 4,oo, si sentono rispondere ” Per la variazione dell’ufficio pagatore italiano, è necessaria la trasmissione TELEMATICA??” La stessa cosa, per la revoca di delega alla riscossione delle quote sindacali, di evitare la risposta di recarsi presso un ente di patronato,  dovrebbe essere assicurata l’assistenza gratuita ….???
La rabbia di alcuni pensionati, che si recano personalmente presso gli uffici INPS e si sentono rispondere della necessaria trasmissione telematica per alcune operazioni? Ma non è possibile, una risposta del genere,
Si chiede l’intervento di chi di competenza, Sede Centrale e Regionale dell’INPS,  affinchè le richieste  rivolte dai pensionati che si recano personalmente presso gli uffici INPS vengano direttamente e personalmente definite, senza alcuna necessità di trasmissione Telematica e che venga rivisto l’orario di servizio dei vari uffici,  dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12 e il giovedì  dalle ore 15 alle ore 17, per dare la possibilità ai lavoratori impegnati in mattinata, di  poter recarsi il pomeriggio del giovedì per alcune informazioni,  per tutte le pratiche e non a giorni alterni.
I pensionati, interessati, restano in attesa di riscontro in merito.
Franco Nacucchi

 


One Reply to “Appello all’Inps di Altamura”

  1. Elvio Porcelli ha detto:

    Vorrei cortesemente sapere quali pensionati rappresenta il sig. Nacucchi che parla a loro nome. Penso si tratti esclusivamente di una sua personalissima interpretazione e/o di un suo sfogo personale visto che quando è stato presso i nostri uffici, l’ho servito io personalmente invitandolo a seguire quelle che sono disposizioni che, a norma di legge, applichiamo. Non so a quale quota di 4 euro si riferisca circa la riscossione allo sportello postale e a quali patronati fa riferimento quando asserisce che non evadono gratuitamente i servizi verso l’Istituto. Piuttosto gli consiglierei di rivolgersi con maniere più civili quando, per caprocci strettamente personali, ha intralciato il normale servizio di front office che viene offerto quotidianamente nella nostra Agenzia. Andrebbe ricordato al rappresentante di se stesso che l’interruzione di servizio pubblico è perseguibile a norma di legge. Chiedo cortesemente che i pensionati che lui dice di rappresentare si facciano avanti in maniera trasparente per capire e risolvere i loro problemi, ammesso che ne abbiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE