fbpx

Bonus casa. Le novità previste dalla legge di stabilità 2018

Noi e il Condominio

Ecco, in sintesi, le principali novità in materia di casa ed interventi edilizi contenute nella Legge di stabilità 2018, che verrà definitivamente approvata dal Senato domani. Riguardano l’ampliamento dei bonus e delle percentuali di detrazione che spettano a chi ristruttura casa e/o fa interventi di risparmio energetico o fa prevenzione o interventi antisismici.

Bonus casa ristrutturazioni. Prevede una detrazione del 50% per un massimo di spesa pari a 96.000 euro, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo, estesa anche ad altri tipi di intervento. Tale bonus, infatti, cambia forma e sostanza con il nuovo bonus verde 2018, con detrazione al 36% per la riqualificazione urbana con interventi agevolabili per i privati e condomini per terrazzi, balconi e giardini e per chi finanzia lavori per il verde pubblico.

Ecobonus. Detrazione al 65% per tutti coloro che effettuano interventi di risparmio energetico, per un massimo di spesa pari a 100 mila euro da suddividere sempre in 10 anni. L’ecobonus viene esteso all’edilizia popolare, ossia alle case popolari. Un’altra novità riguarda le caldaie a condensazione. L’iniziale riduzione della percentuale di detrazione dal 65 al 50% è stata rivista in modo più conforme all’orientamento della nuova Strategia Energetica Nazionale. Pertanto l’aliquota del 50% è stata confermata, ma è stata fissata una soglia minima qualitativa (classe A) al di sotto della quale le caldaie non sono più incentivate. Se però la caldaia è sostituita contestualmente all’installazione di sistemi di termoregolazione evoluti (appartenenti almeno alla classe V) l’aliquota è maggiorata al 65%. La stessa detrazione spetta per l’installazione di apparecchi ibridi (pompe di calore integrate con caldaie a condensazione) e di generatori d’aria calda a condensazione.

Bonus mobili. Confermata l’agevolazione prevede una detrazione pari al 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici.

Sisma bonus. Detrazione fino all’85% per chi effettua interventi su tutto l’edifico di risparmio energetico o di adeguamento sismico

Bonus unico per i condominii. Previste per il 2018 prevede interventi di riqualificazione energetica combinati con quelli di riduzione del rischio sismico, realizzati sulle parti comuni degli edifici condominiali. La novità più rilevante consiste nel fatto che, la detrazione riservata alle spese per la riqualificazione energetica (normalmente pari al 70 o 75%, a seconda dei casi), viene incrementata all’80 o 85%, ove gli interventi determinino il passaggio, rispettivamente, a una o a due classi di rischio inferiore. Il massimale per gli interventi combinati è pari alla somma dei massimali già operanti per le due categorie di interventi: 40 mila più 96 mila, ovvero 136 mila euro moltiplicato per il numero di unità immobiliari del condominio. L’incentivo si applica se l’edificio è ubicato nelle zone sismiche 1, 2 e 3.

Bonus verde. La detrazione spettante è pari al 36% e spetta per le spese pagate dai privati e condomini per sistemare i giardini anche condominiali. Mira alla riqualificazione urbana del verde e del recupero dei giardini di interesse storico.

Giuseppe Nuzzo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE