fbpx

Appalti G8: Balducci e Anemone condannati, assolto Bertolaso

Cronaca

Pene per quattro imputati, dodici assoluzioni e prescrizioni

Quattro condanne per associazione a delinquere, 12 tra assoluzioni e prescrizioni. Lo ha deciso il Tribunale di Roma nell’ambito del processo sugli appalti del G8. Assolto anche l’ex capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso ‘perche’ il fatto non sussiste’. I giudici hanno condannato a 6 anni e 6 mesi l’ex presidente alle opere pubbliche Angelo Balducci, a 6 anni l’imprenditore Diego Anemome, a 4 anni l’ex generale della Gdf ,Francesco Pittorru, a 4 anni e mezzo l’ex provveditore alle opere pubbliche della Toscana, Fabio De Santis.

Con quattro condanne e una decina tra assoluzioni e prescrizioni si e’ chiuso davanti ai giudici dell’ottava sezione penale del tribunale di Roma il processo su un giro di tangenti che avrebbero ‘macchiato’ la gestione di una serie di appalti programmati in occasione del G8 della Maddalena (poi trasferito a L’Aquila) e per la realizzazione di opere pubbliche in occasione dei 150 anni dell’Unita’ d’Italia. Tra i presunti promotori dell’associazione per delinquere, la pena piu’ alta (6 anni e mezzo di reclusione) e’ toccata ad Angelo Balducci, ex provveditore alle opere pubbliche del Lazio nonche’ ex presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici, mentre 6 anni sono stati inflitti all’imprenditore Diego Anemone e 4 anni e mezzo a Fabio De Santis, ex provveditore alle opere pubbliche della Toscana. Condannato a 4 anni, per corruzione, il generale in pensione della Finanza (in servizio prima al Sisde e poi all’Aisi) Francesco Pittorru. Il tribunale, che ha dichiarato prescritti numerosi episodi di corruzione e ha assolto coloro che erano stati ritenuti semplici partecipi dell’associazione per delinquere, ha assolto, perche’ il fatto non sussiste, l’ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso e l’ex dirigente del ministero dei Beni Culturali Gaetano Blandini, che rispondevano di due distinti episodi di corruzione.

“Assolto. Assolto perchè il fatto non sussiste, nonostante la richiesta di prescrizione. Questo vale come una doppia assoluzione. Grazie alla mia famiglia e a chi mi è stato vicino in questi otto anni. Sono innocente. Come ho sempre dichiarato. Ora lo hanno dichiarato anche i giudici”. Lo scrive su Facebook Guido Bertolaso, assolto al processo per glia appalti del G8. “Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono. Poi vinci”, aggiunge poi in un post successivo.

“L’assoluzione di Guido Bertolaso perche’ il fatto non sussiste e’ un atto di giustizia e certifica che questo processo non doveva nemmeno cominciare. Per fortuna vi sono ancora tanti magistrati capaci di rimanere soli con la propria coscienza e sensibili solo alle ragioni della giustizia”. Cosi’ Filippo Dinacci, legale di Guido Bertolaso, commenta l’assoluzione dell’ex capo della Protezione civile al processo per gli appalti del G8. “Resta il rammarico – aggiunge Dinacci – che si son dovuti attendere otto lunghi anni nel corso dei quali si e’ messa ‘fuori campo’ una persona che certamente costituisce una risorsa per il paese”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE