fbpx

Il fenomeno del cyberstalking

Stalking, Bullismo & Cyber bullismo

 

Rubrica Stalking e Violenza, a cura del dott. Antonio Russo.

Un’altra forma di stalking sempre più diffusa è il cosiddetto “cyberstalking”, che è  l’attività di molestia e persecuzione compiuta prevalentemente utilizzando lo strumento informatico.

Possiamo definire “cyberstalking” una condotta di stalking commessa mediante l’utilizzo della rete, ove lo stalker, mediante tale mezzo, pone in essere svariati comportamenti tali da molestare la propria vittima direttamente o indirettamente, ponendo in esse condotte che possono avere risvolti inimmaginabili, attesa l’immediata diffusione.

Il cyberstalking può scaturire sulla vittima effetti devastanti, dovuti anche all’impossibilità dello stesso di difendersi nell’immediato e dalla continua esposizione al disagio e, all’attacco gratuito dei naviganti.

L’utilizzo della rete comporta l’immissione di numerosi dati personali che possono essere facilmente reperiti e utilizzati dallo stalker.

Basti pensare ai socialnetwork, Facebook principalmente:

-il mezzo telematico consente di celare la propria identità creando falsi profili;

-inoltre, l’assenza “fisica” della vittima in alcuni casi è un fattore tale da aumentare la spregiudicatezza dell’attacco molesto.

Per difendersi da queste condotte, innanzi tutto, è importante un uso consapevole del web, prestando attenzione alla propria privacy, evitando di pubblicare e diffondere i propri dati personali (soprattutto relativi ai luoghi di residenza e di lavoro) e avendo sempre la consapevolezza dell’impossibilità di essere certi dell’identità del soggetto ignoto.

Se si è vittima di condotte moleste di qualsiasi tipo rivolgersi alle Forze dell’Ordine al fine valutare il caso concreto e decidere quale azione intraprendere: la legge che ha introdotto il reato di stalking consente alla persona offesa, nei casi in cui è vittima di condotte persecutorie, di richiedere al Questore di ammonire il molestatore.

Antonio RUSSO  (antonio.progetto@libero.it)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE