fbpx

Pd: Zingaretti, pronto alle primarie, il modello e’ l’Ulivo

LazioPolitica

Calenda, ‘disfatta sia base vittoria, come dunkerque’

‘Io ci saro’. Anche alle primarie, non escludo nulla’. Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti annuncia cosi’ l’intenzione a correre per la segreteria del Pd e, intervistato da Repubblica, sostiene il posizionamento all’opposizione, spiega che il modello e’ l’Ulivo e auspica un congresso ‘aperto e unitario’ il cui tema dovrebbe essere ‘l’articolo 3 della Costituzione’. ‘La mia parola – dice – e’ rigenerazione: non solo del Pd, ma di tutta la sinistra’. Il ministro Carlo Calenda non si candidera’ alle primarie del Pd ‘considererei poco serio fare il segretario di un partito di cui ho preso 3gg fa la tessera!’. E aggiunge, sempre su twitter: ‘in questo momento la situazione e’ opposta. Ognuno deve prendere la sua barchetta e andare in soccorso del Pd. Disfatte se vissute con dignita’ e onore possono essere la premessa per una vittoria futura. #dunkerque’:

Nicola Zingaretti, governatore rieletto del Lazio, torna a parlare a Radio Radio delle primarie del Pd alle quali si e’ detto pronto a correre in un’intervista a Repubblica. “Io come ho detto nell’intervista, non escludo nulla nel senso che innanzitutto vorrei contribuire con le idee, vediamo i tempi, le regole e se ce ne sara’ bisogno. Questo ho voluto dire”, spiega in radio. “Io mi auguro che ci sia un congresso delle idee e non un referendum tra persone quindi il mio contributo e’ nella richiesta di affrontare i temi che abbiamo aperto: la ricostruzione di un profilo, di un’anima, di un progetto per l’Italia e a volte le nostre regole interne hanno fatto prevalere i nomi e hanno messo in ombra il dibattito, il confronto”.
“Io mi auguro che ci sia un congresso delle idee e non un referendum tra persone quindi il mio contributo è nella richiesta ora di affrontare i temi che abbiamo aperto: la ricostruzione di un profilo, di un’anima, di un progetto per l’Italia e a volte le nostre regole interne hanno fatto prevalere i nomi e hanno messo in ombra il dibattito, il confronto”. Così l’esponente del Pd e neo presidente rieletto della regione Lazio, Nicola Zingaretti, a Radio Radio è tornato a parlare della possibilità per lui di proporsi alle primarie del Pd. “Come comunità abbiamo bisogno come comunità democratica e darci delle regole che riaccendano il confronto per la costruzione di un progetto futuro, io l’ho chiamata rigenerazione. Poi vediamo. Io come ho detto nell’intervista, non escludo nulla nel senso che innanzitutto vorrei contribuire con le idee, vediamo i tempi, le regole e se ce ne sarà bisogno. Questo ho voluto dire. Mi sembra che ci siano segnali positivi” ha aggiunto riferendosi a Carlo Calenda, “a tanti altri toscani e anche semplici cittadini”.

“Michele in questo momento la situazione è opposta. Ognuno deve prendere la sua barchetta e andare in soccorso del PD. Disfatte se vissute con dignità e onore possono essere la premessa per una vittoria futura. #dunkerque”. Lo scrive su Twitter Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico e neo iscritto Pd, rispondendo a un utente (“Ministro, capirà però che una nave senza capitano, soprattutto in questo momento, non può navigare, si rischia ammutinamento generale. Il capitano è importante e deve essere quello giusto”).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE