fbpx

Roma vince la scommessa elettrica della Formula E.

Sport

Più 30 mila presenze per il il primo E-Prix d’Italia, organizzato nel quadrante Eur di Roma (nella parte sud della città). Di questi, ben 15 mila hanno acquistato i biglietti di tribuna per assistere a quattro giorni di attività sportive ed extra sportive, altri 15 mila hanno ottenuto l’accesso ai posti prato (esauriti in appena quattro or)e. E’ questa la fotografia dei numeri del primo grand prix di Formula E, il campionato mondiale FIA dedicato alle monoposto elettriche, che sbarca a Roma il prossimo 14 aprile. Passando per Roma si notano diversi poster 6×3 con la scritta stampigliata “Sold Out”, proprio a conferma di questi dati e di un nuovo boom di interesse per una serie motoristica ancora in fase di crescita in tutto il mondo.

Potranno per esempio ammirare le evoluzioni di Jean Eric Vergne, 27 anni, ex pilota Toro Rosso in Formula One ed ex collaudatore ferrarista. In questa stagione corre per la scuderia cinese “Techeetah” ed è provvisoriamente in testa nel campionato. Sarà l’uomo da battere per tutti. Dietro di lui Rosenqvist (Mahindra) e Bird (DS Virgin). A crescere anche le case presenti: per il momento vi sono 10 squadre per un totale di 20 piloti (a breve entrerà anche Mercedes, per il momento soltanto sponsor del grand prix di Roma). A rappresentare l’Italia il pilota tricolore Luca Filippi (corre per il team NIO), mentre non ci sono, per il momento, scuderie in rappresentanza del nostro Paese. Un segnale, quest’ultimo, non proprio positivo perché conferma la poca attenzione per i temi dell’ambiente.di Redazione

Ad aver vinto la scommessa è anche la municipalità di Roma, targata 5Stelle, che ha utilizzato questa opportunità per riasfaltare interamente il percorso di gara, lungo 2,8 km, pista tra le più lunghe del campionato. Sul percorso gareggeranno soldi che raggiungono una potenza massima di 200 Kw e una velocità di 240 kmh.  (fonte: SkeetGp.com – portale specializzato in temi economici applicati ai motorsports)

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE