fbpx

Caso Diciotti. Minisci, Ministro Giustizia deve difendere magistrati

Giustizia

“Chi ricopre incarichi istituzionali, in particolare il ministro della Giustizia, deve difendere le prerogative costituzionali della magistratura”, Lo ha detto il presidente dell’Anm, Francesco Minisci, in un’intervista a la Repubblica, tornando a parlare dell’attacco subìto dal procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, titolare dell’inchiesta sulla Diciotti. 

Per Minisci, la reazione del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, indagato per sequestro di persona, arresto illegale e abuso d’ufficio per la vicenda della Diciotti rappresenta “un tentativo di orientare lo sviluppo degli accertamenti: si tratta di un’interferenza nelle prerogative dell’autorità giudiziaria, unica istituzione cui la Costituzione e le leggi attribuiscono il compito di verificare se ci sono reati e chi ne sia il responsabile. Nessun altro può farlo, neanche un ministro”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE