fbpx

Il Presidente Conte inaugura la prima Biobanca italiana sulla SLA

Benessere & Medicina

Giovedì 20 giugno, alla presenza del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, sarà inaugurata a Roma, presso il Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, la Biobanca nazionale sulla SLA, Sclerosi Laterale Amiotrofica, la prima in Italia completamente dedicata alla ricerca scientifica su questa patologia e accessibile a tutti i ricercatori del mondo.

La Biobanca è stata realizzata da AISLA, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e Biorep Gemelli Biobank, grazie al finanziamento del Gruppo Selex.

La nascita della Biobanca Nazionale sulla SLA, strumento essenziale per la ricerca su questa malattia, avviene in occasione della Giornata Mondiale sulla SLA, Global Day, che si celebra il 21 giugno su iniziativa dell’International Alliance of ALS, che riunisce le associazioni di tutto il mondo impegnate nella lotta alla SLA, tra cui AISLA.

Interverranno:

–        Giovanni Raimondi, Presidente della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS

–        Franco Anelli, Rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

–        Massimo Mauro, Presidente di AISLA

–        Alberto Fontana, Presidente dei Centri Clinici NeMO

–        Giovanni Scambia, Direttore scientifico della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS

–        Mario Sabatelli, Direttore clinico dell’area adulti del Centro Clinico NeMO di Roma

–        Maurizio Colombo, Presidente di Biorep

–        Maniele Tasca, Direttore generale del Gruppo Selex

In questa occasione il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte incontrerà in una visita istituzionale e privata le persone con SLA ospitate al Centro Clinico NeMO.

L’accoglienza degli ospiti, a partire dalle ore 8.45, sarà accompagnata dall’esibizione della violinista Elsa Martignoni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE