Politica

Conte, ‘uscire al piu’ presto da incertezza politica’

 “E’ un momento delicato, l’economia globale sta rallentando, ci separano poche settimane dall’inizio della sessione di bilancio. Dobbiamo metterci subito al lavoro per una manovra che eviti l’aumento dell’Iva”. Lo ha detto il presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, al Quirinale, dopo il colloquio con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. 

 “Non sara’ un governo ‘contro’ ma un governo per modernizzare il Paese e per i cittadini. Realizzero’ un governo nel segno della novita’ e’ quello che richiedono anche le forze politiche”. afferma Conte, che fa riferimento tra l’altro alle criticita’ legate alla congiuntura economica e alla necessita’ di procedere speditamente alla formazione del governo. “Stagione riformatrice, di rilancio, di speranze, che offra al paese certezze”. Lavoreremo per “un Paese migliore, un Paese che abbia infrastrutture sicure, reti efficienti, che si alimenti con energie rinnovabili, che valorizzi i beni comuni, che integri stabilmente nella propria agenda politica il benessere eco-sostenibile, che rimuova diseguaglianze di ogni tipo”, dice Conte.

E aggiunge: “Stiamo attraversando una congiuntura economica difficile. E ci separano poche settimane dall’apertura della sessione di bilancio, dobbiamo metterci all’opera per una manovra che sterelizzi le clausole Iva, una dia solida prospettiva e tuteli gli investitori”. “Il rispetto delle istituzioni significa il rispetto di tutti i cittadini che queste rappresentano”.  “Oggi stesso avviero’ le consultazioni con tuti i gruppi parlamentari” che si sono resi disponibili a formare una nuova maggioranza “e all’esito di questo confronto mi dedichero’ a elaborare un programma con le forze politiche che desidero sin qui ringraziare”. “Molto spesso negli interventi pubblici sin qui pronunciati ho evocato la formula di un nuovo umanesimo, non ho mai pensato fosse lo slogan di un governo ma l’orizzonte ideale del Paese”. 

 “Ho vissuto già una esperienza di governo, e la prospettiva di una maggioranza diversa mi ha sollevato più di qualche dubbio. Ho superato queste perplessità nella consapevolezza di aver operato per l’interesse di tutti i cittadini, nessuno escluso, guardando solo al bene comune, non per interessi di parte o di partito Questi sono gli elementi di coerenza che mi porto in questa nuova esperienza”, dice Giuseppe Conte. “Deve essere un Paese di riferimento nella protezione delle persone con disabilita’, che non lasci che i giovani si disperdano con esperienze all’esterno ma che sia un paese attraente per giovani che sono all’estero, che veda un Mezzogiorno rigoglioso. Un Paese nel quale la pubblica amministrazione non sia permeabile alla corruzione, un Paese con una giustizia piu’ equa ed efficiente dove le tasse le paghino tutti, ma proprio tutti, ma le paghino meno”. “Nei prossimi giorni tornerò dal presidente della Repubblica per sciogliere la riserva e nel caso di esisto positivo presenterò la lista dei ministri”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE