fbpx

Bimbulanza: grazie cu tuttu lu core!

Senza categoria

Unica nel suo genere, l’ambulanza parte dall’ospedale leccese in piccoli e grandi viaggi di speranza attraverso la nostra Italia.

“Diamo un colore al dolore” è uno degli slogan dell’Associazione “Cuore e mani aperte verso chi soffre Onlus”.

Progetti e iniziative che negli anni hanno reso la provincia di Lecce faro di sensibilità verso famiglie e ricoverati pediatrici nei percorsi difficili che accompagnano la malattia. Il progetto più impegnativo, come costi, ma più prezioso, come servizio è senza dubbio quello della Bimbulanza, l’ambulanza pediatrica che effettua trasporti gratuiti dalle comunità salentine verso i maggiori centri sanitari d’eccellenza del territorio nazionale.

Il veicolo (d’amore) trasporta infatti, con frequenza settimanale, perfino pazienti sottoposti a trapianti d’organo, che necessitano quindi di personale sanitario competente per tragitti più o meno lunghi.

L’esperienza dei numerosi clown di corsia, consolidata negli anni da volontari preparati ad instaurare momenti di gioia nei corridoi dell’ospedale V.Fazzi di Lecce, si è arricchita quindi di un particolare servizio.

La coloratissima ambulanza ha cominciato ufficialmente da un anno il suo servizio a bambini e famigliari dopo la benedizione dell’Arcivescovo di Lecce.

Tra entusiasmo e commozione Mons. Michele Seccia, notoriamente sensibile alle tematiche riguardanti il mondo dei piccoli, ha presenziato nel piazzale antistante il Duomo di Lecce, la cerimonia d’inaugurazione del mezzo speciale.

S.E. Michele Seccia ha voluto ringraziare, oltre alle donazioni dei cittadini, anche personale medico e paramedico che quotidianamente vive la vocazione di una professione “faccia a faccia” con gravi malattie.

Dall’ estate del 2018 non si ferma mai la gara di solidarietà tra ogni cittadino di buona volontà che, secondo le sue possibilità, voglia sostenere i costi della Bimbulanza e del Sorrisinbus. Anche quest’ultimo mezzo di trasporto negli anni ha percorso migliaia di chilometri, perfino di notte, per spostamenti d’emergenza dovuti a visite specialistiche a cui molte famiglie non riescono a far fronte da sole.

Dal cappellano ospedaliero don Gianni Mattia all’amministrazione comunale guidata da Salvemini, non mancano gli appelli ad imprenditori e benefattori che permettano, nelle raccolte fondi, di viaggiare più forti e più veloci del dolore, rendendosi angeli silenziosi dell’amore di Cristo Signore!

G. Scarlato


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE