fbpx

Domenica 20 ottobre alle 10 Michele Emiliano apre a largo Albicocca, nel cuore di Bari vecchia, la campagna elettorale per le regionali.

Puglia

Alla fine il Governatore pugliese ha rotto gli indugi dando il via alla campagna elettorale per le prossime regionali, nonostante il momento non fosse dei più propizi.

In pochi mesi, infatti, tre avvisi di garanzia. L’ultimo di pochi giorni or sono ha fatto seguito ad uno scandalo nella sanità che ha portato agli arresti domiciliari di Napoleone Cera (consigliere regionale) e di suo padre on.le Angelo, già leader nazionale del CDU, e indagato l’assessore regionale alla Sanità Totò Ruggieri. Va precisato che il GIP (Giudice delle indagini preliminari), ha ritenuto che nei confronti di Emiliano non sussistono sufficienti indizi del fatto che fosse a corrente della iniziativa messa in piedi dai Cera, di concerto con l’Assessore, di nominare commissario un amico dei primi in cambio di voti appunto alle regionali. Quindi, Emiliano sarebbe per il GIP estraneo ai reati di concussione contestati ai protagonisti della vicenda giudiziaria. Resta, tuttavia, il nervosismo e la stanchezza di chi ha, comunque, passato e sta passando brutti momenti.

Nel migliaio circa di presenze alla manifestazione elettorale si contavano in maggioranza Sindaci, assessori e consiglieri comunali e non solo, ed in particolare i Sindaci delle principali città capoluogo di provincia, da Antonio Decaro (Presidente Anci, prima che Sindaco di Bari e Metropolitano), a Riccardo Rossi (Brindisi), Rinaldo Melucci (Taranto) e Carlo Salvemini (Lecce). Presenti anche personalità come Simeone di Cagno Abbrescia e Massimo Cassano, ultimamente schieratisi a sostegno del Governatore ed i parlamentari Assunte Messina e Marco Lacarra (attuale segretario regionale del PD).

Se il Governatore ha avuto parole di sincero e profondo rimpianto per l’assenza nel suo comitato elettorale dell’ex  governatore Vendola, piuttosto polemico è stato il suo distinguo rispetto alle affermazioni nei confronti del suo operato da parte dei 5 stelle dai quali pretende le scuse prima di poter riaprire un dialogo di collaborazione.

Il Governatore Emiliano, inizialmente dichiaratosi decisamente contrario alle primarie, reclamando il suo diritto alla candidatura senza se e senza ma, ora si dichiara aperto e pronto ad affrontare la conta con Elena Gentile e Leonardo Palmisano il 12 gennaio, anche se non esclude che possano spuntare anche altri candidati.

La Puglia conta 258 Comuni e su molti di quei Sindaci conta Emiliano per ottenere risultati più che positivi. Per Decaro, autore dell’intervento più incisivo, se il centrosinistra pugliese saprà essere unito non ce n’è per nessuno.

Emiliano ha anche sottolineato che la carta vincente sarà la lista civica Con che, molto probabilmente, sarà la formazione politica che accoglierà la sua candidatura.

Gianvito Pugliese – capo redattore centrale


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE