fbpx

Basilicata: Riordino uffici Presidenza Giunta, approvato Ddl

Basilicata

In apertura di seduta un minuto di silenzio in onore di Giovanna Pastoressa. Approvato il Ddl che tende a riordinare gli uffici “al fine di rendere l’organizzazione amministrativa maggiormente aderente a forma di governo delineata dallo Statuto regionale

Il Consiglio regionale della Basilicata, riunitosi nel pomeriggio, ha osservato in apertura di seduta un minuto di silenzio per onorare la memoria di Giovanna Pastoressa, la giovane psicologa di Lauria, deceduta a seguito alle ferite riportate venerdì scorso durante una tromba d’aria.

Subito dopo l’Assemblea ha approvato a maggioranza  (11 voti favorevoli, quelli di Fi, Lega, Idea, Bp, 5 voti contrari, quelli di Cifarelli, Pd, Polese Iv e Perrino, Giorgetti e Leggieri M5s) il disegno di legge n. 17/2019 sul “Riordino degli Uffici della Presidenza e della Giunta Regionale e disciplina dei controlli interni” approvato con delibera di Giunta n. 590 del 12 settembre 2019”.

“Lo strumento legislativo – viene precisato nella relazione illustrativa – tende a riordinare gli uffici della Presidenza e della Giunta regionale al fine di rendere l’organizzazione amministrativa maggiormente aderente alla forma di governo delineata dallo Statuto regionale di seconda generazione, ma anche per razionalizzarla, mantenendo un alto livello di flessibilità in un quadro di riferimento normativo organico e costantemente aggiornato”.

Sempre nella relazione di accompagnamento al Ddl viene indicato che “Al fine di dare più appropriata attuazione al principio statutario in base al quale nell’organizzazione e nello svolgimento delle funzioni amministrative è assicurata la distinzione tra le funzioni di indirizzo politico-amministrativo e controllo e le funzioni di attuazione e gestione, si prevede che al riordino degli uffici di diretta collaborazione, con esclusive competenze di supporto e di raccordo con l’amministrazione, si provveda mediante uno o più decreti del Presidente della Giunta regionale”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE