fbpx

Basket serie A: la Virtus Roma affonda contro Brescia.

Sport

Cade anche la Segafredo Bologna. Bene Milano

di Carlo Pascotto

La Virtus Roma affonda sotto i colpi della Germani Brescia, che si impone al Palazzo dello Sport di Roma con un perentorio +30 finale: 53-83.
La squadra di coach Esposito allunga le mani sulla partita sin dal primo quarto, chiudendo in vantaggio di 10 lunghezze e lasciando poco spazio all’attacco di Roma.
La fisicità della Germani, insieme a una fase offensiva quasi perfetta, si fa sentire, costringendo la Virtus a soli 28 punti nel primo tempo e un -19 che non sarà più recuperato.
Al rientro dagli spogliatoi la situazione non cambia: Roma fatica a fare canestro e non trova punti dai suoi leader. Il solo Alibegovic arriverà a 12 punti, ma senza incidere in una partita che dal secondo tempo in poi non regala particolari emozioni.
Brescia continua a gestire il vantaggio e a martellare il canestro avversario: chiuderà con un 58% da due e un 47% da tre punti, con ben 4 giocatori in doppia cifra e una rotazione completa, con tutti i giocatori a referto scesi in campo.
Per la Virtus Roma una partita da dimenticare, che lascia un po’ di amaro in bocca visto l’ultima partita casalinga del 2019: uno scarso 33% da due e un 5 su 23 da tre punti punti che non basta contro una squadra attrezzata come Brescia.
Coach Piero Bucchi commenta amareggiato la partita, ma lucido sul momento della sua squadra: “Di sicuro la continuità non è la nostra caratteristica migliore, però bisogna anche dire che abbiamo giocato contro una squadra di livello molto alto che la Coppa ha sicuramente migliorato a livello di intensità e di velocità. Non siamo continui e la squadra da questo punto di vista è giovane e inesperta: l’esperienza è anche la capacità di rimanere sempre sul pezzo ogni partita. Perdere con questo scarto ovviamente non ci fa piacere, ma nel quadro complessivo c’è un record di 7-7 per il quale penso tutti avremmo firmato a inizio anno”.
Con questa vittoria Brescia si conferma quarta forza del campionato insieme a Cremona e alla Fortitudo Bologna. Nonostante la sconfitta Roma resta in ottava posizione con Brindisi, sognando ancora una possibile qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia.

LE ALTRE DI A: SASSARI VINCE IL BIG MATCH CON LA SEGAFREDO, MILANO CONTINUA A VINCERE, PESARO ANCORA SCONFITTA
Nel big match di giornata è il Banco di Sardegna Sassari a imporsi sulla Segafredo Bologna con il punteggio di 91 a 77. Decisivo il terzo quarto concluso 27-19 per i padroni di casa.
Cremona batte Varese 93 a 72. Gara in equilibrio per i primi 10 minuti, poi dominio Vanoli. Top scorer Nicola Akele, con 21 punti in 25 minuti.
Pistoia, alla quinta vittoria consecutiva in casa, costringe all’ennesima sconfitta Pesaro: 91-79 il punteggio finale. Pesaro in partita sino al terzo quarto, concluso sotto di soli 2 punti, salvo poi un 23-13 di ultimo parziale. Per i padroni di casa 32 punti di Terran Petteway.
La Fortitudo Bologna vince 78-72 contro Brindisi: dominante Henry Sims, con una doppia doppia da 17 punti e 17 rimbalzi.
Continua la striscia positiva di Milano, che batte Trento ruotando tutti i giocatori 81 a 69.
Venezia vince a domicilio in casa di Reggio Emilia: ben 104 punti segnati e punteggio fissato sul 104 a 85. Mitchell Watt miglior realizzatore con 21 punti in 22 minuti.
Cantù espugna l’Allianz Arena di Trieste con in punteggio di 96 a 86: miglior realizzatore Wes Clark, che ne mette a referto ben 32


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE