fbpx

Conte e il Pd spostano il Movimento 5 Stelle a sinistra

Politica

Giuseppe Conte e Nicola Zingaretti ‘spostano’ il Movimento 5 Stelle a sinistra nella speranza di formare un’alleanza organica.

Archiviate le elezioni regionali, per le forze di maggioranza è arrivato il momento di tirare il fiato e soprattutto le somme dei risultati ottenuti. Quando i dati erano definitivi Nicola Zingaretti ha fatto la sua morale della favola invitando il Movimento 5 Stelle a prendere atto del fatto che il loro momento di gloria era ormai finito. Il Pd, rispettando i piani del suo Segretario, ha riportato l’Italia a un bipolarismo netto tra Centrodestra e Centrosinistra chiudendo di fatto la ‘terza via‘. E in effetti analizzando i risultati delle ultime consultazioni regionali il discorso sembrerebbe avere un senso oltre che un fondamento. Giuseppe Conte Nicola Zingaretti ‘chiama’ il Movimento 5 Stelle Nicola Zingaretti in pratica ha messo una pietra sopra al Movimento 5 Stelle rilanciando la sua proposta relativa a un’alleanza organica tra le due forze politiche.

Non è tutto. Andrea Orlando, vicesegretario Dem, ha colto la palla al balzo chiedendo che venga riequilibrata l’agenda del governo alla luce dei nuovi rapporti di forza che sono chiari dopo le consultazioni regionali.

Giuseppe Conte pronto a guidare la transizione del Movimento 5 Stelle a sinistra. E il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte offre un assist al Pd: “Dobbiamo rinforzare un ampio fronte progressista. Auspico un’area innovatrice dove trovi spazio anche il Movimento“. Lo stesso premier ha espresso il suo gradimento per la formula del voto disgiunto. Non ha specificato in quale modo avrebbe votato in Emilia Romagna, ma ci sono validi motivi per pensare che avrebbe fatto quello che in effetti hanno fatto molti elettori pentastellati che hanno contribuito alla vittoria di Bonaccini. Di fatto Giuseppe Conte sta lavorando per spostare il Movimento 5 Stelle a sinistra, o meglio nell’universo del Centrosinistra, nella convinzione che un’alleanza organica a livello locale e nazionale possa blindare la legislatura.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE