fbpx

Thyssenkrupp di Torino, vanno in carcere in Germania i due manager condannati in Italia

Estero

Sconteranno la pena in carcere in Germania. Germania, due manager in carcere per la strage Thyssenkrupp di Torino. Il Tribunale di Hamm, Germania, ha respinto il ricorso dei due imputati che erano stati condannati in Italia per la morte di sette operai durante il drammatico incidente avvenuto nello stabilimento. I giudici hanno confermato la condanna, rimodulata in base al diritto tedesco, che per l’omicidio colposo prevede una detenzione fino a cinque anni.

Thyssenkrupp di Torino, due manager in carcere Si tratta di Gerald Priegnitz e Harald Espenhahn. I due erano stati condannati in Italia rispettivamente a 6 anni e 10 mesi 9 anni e 8 mesi per la tragedia della Thyssenkrupp di Torino. In Germania verrà applicata la normativa tedesca che per l’omicidio colposo prevede una condanna fino a cinque anni di detenzione.

Respinto il ricorso, i manager condannati in Italia sconteranno la pena in Germania I due manager erano stati condannati in Italia per la morte di sette operai. Il Tribunale di Essen aveva dichiarato esecutive le condanne comminate dalla giustizia italiana ma le aveva modificate in base alla giurisprudenza tedesca. Le pena era quindi passata a cinque anni. Priegnitz e Espenhahn avevano deciso di fare ricorso.

Il Tribunale regionale superiore di Hamm ha però respinto la richiesta dei due manager che dovranno scontare cinque anni di detenzione in carcere in Germania. Si tratta della pena massima prevista per l’accusa di omicidio colposo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE