fbpx

A Norma Cossetto

Arte, Cultura & Società

(Nella Giornata del Ricordo e a cento anni dalla nascita, massacrata dai comunisti 17 maggio 1920, Visinada, Croazia, violentata, infoibata dai comunisti e morta 1943, Antignana, Croazia).

di Pierfranco Bruni

A Norma

Non perché fosti soltanto donna
Non furono loro a spingerti
nelle gole di terra e di roccia
Non furono loro a violentarti
sino a strapparti la carne
dal sangue
Non furono loro ad ucciderti
con la dolcezza della violenza.

Non fosti soltanto donna.

La tua colpa fu di essere Italiana!

No. I comunisti sono popolo
civiltà progresso il Sole
dell’Avvenire
Loro non uccidono
non sparano
non massacrano
Siamo stati noi
Noi che ci siamo distratti
che abbiamo dimenticato
che abbiamo perdonato
che ci siamo illusi
che abbiamo rinnegato.

Loro no. Loro che comunisti
lo erano lo sono lo saranno
e democratici si son dati
il nome.


A te Norma
il canto degli dei resterà
sempre un pianto di vento
nel grido delle foibe.

^^^

Per non dimenticare

la redazione@corriere nazionale.net


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE