fbpx

La Fed tagli i tassi contro il Covid-19

Economia e Finanza

Dopo il taglio dei tassi di interesse (all’1-1,25%) del 3 marzo scorso, la Fed interviene di nuovo portandoli allo 0-0,25%. Una simile mossa non si vedeva dalla grande crisi finanziaria del 2008. Tali tassi saranno mantenuti allo scopo di sostenere l’economia mondiale finché l’emergenza Coronavirus sarà rientrata. Inoltre la Fed ha lanciato un vasto programma Quantitative Easing da 700 miliardi di dollari: 500 miliardi saranno acquistati in buoni del Tesoro e 200 in titoli ipotecari.

Nel comunicato la Fed si dice “pronta a usare il potenziale completo dei suoi strumenti per sostenere il flusso di credito per le famiglie e le imprese e per rafforzare i suoi obiettivi sull’occupazione e la stabilità dei prezzi”.

Anche la Banca centrale cinese poche ore prima aveva assicurato i mercati sulla liquidità: il capo del dipartimento per la politica monetaria Sun Goufeng ha dichiarato che essa sarà tenuta ad un livello ragionevole in modo da garantire un basso costo dei prestiti.

Ora gli occhi sono puntati sulla riunione dei ministri dell’Economia della zona euro di oggi che avrà lo scopo di trovare un accordo sulla risposta da dare all’emergenza Covid-19.

Di Sara Carullo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE