fbpx

Coronavirus: Fedriga, tagliare tasse per salvare le imprese italiane

Friuli Venezia Giulia

TRIESTE – “Solo con un consistente taglio delle tasse

per tutte le imprese possiamo salvare l’economia italiana colpita
dall’emergenza Coronavirus. Il sistema Paese ha sempre retto
grazie alle nostre aziende e non certo per la sua stabilità
finanziaria. Anche gli investitori hanno continuato ad acquistare
il nostro debito pubblico perché siamo la seconda manifattura
d’Europa. Se uccidiamo le imprese, uccidiamo il sistema Paese”.

Lo ha ribadito oggi il governatore del Friuli Venezia Giulia,
Massimiliano Fedriga, durante l’incontro in videoconferenza
organizzato da Ambrosetti Club, la piattaforma permanente creata
da The European House-Ambrosetti per offrire spunti e promuovere
cambiamenti concreti all’insegna di una cultura pro-business,
pro-industry e pro-innovazione.

“Sono fiducioso – ha aggiunto Fedriga – che riusciremo a superare
l’emergenza sanitaria in un paio di mesi. L’impatto dell’epidemia
di Covid-19 sui cittadini e sul tessuto imprenditoriale durerà,
invece, almeno un anno, modificando profondamente i comportamenti
sociali. Chi saprà intercettare le nuove esigenze delle persone e
delle aziende avrà grandi opportunità di sviluppo”.

Nel corso dell’evento interattivo e multimediale si è parlato
anche dello stato dell’arte della ricerca e dell’innovazione,
veri e propri asset strategici per il Friuli Venezia Giulia.

“Anche in situazioni di emergenza assoluta, come quella attuale
dettata dalla diffusione del Coronavirus – ha detto Fedriga – il
nostro sistema scientifico e dell’innovazione non ha proposto
ipotesi futuribili, bensì ha dato risposte immediate e concrete.
L’esempio più importante è quello dell’isolamento e
sequenziamento del Covid-19, realizzato dall’Icgeb di Trieste,
dall’Unità complessa di Igiene e sanità pubblica dell’Asugi e
dalla Piattaforma italiana di genomica ed epigenomica nell’ambito
di Argo, il progetto nato nel 2018 dalla partnership fra Regione
Fvg, Miur e Mise, implementato da Area Science Park”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE