fbpx

La scuola è questione di cuore

Scuola, Formazione & Università

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta a tutti i docenti d’Italia da parte del prof. Gianni Tartaglia

“La Scuola!

Nell’ora più buia, tanto per ricordare un grande del passato, della nostra storia dopo la seconda guerra mondiale, dopo i ringraziamenti dovuti ai primi ‘soldati’ di questa guerra (medici, infermieri, forze dell’ordine, farmacisti, commessi di negozi di prima necessità, fruttivendoli, ecc…), sommessamente, il mio personale GRAZIE va a chi è entrato prepotentemente nella quotidianità del nostro cammino: gli insegnanti.

Si, proprio loro!
Spesso consegnati alla storia come impiegati dello Stato, poco pagati, ma che hanno tanto tempo a disposizione tra vacanze di Natale e i famigerati (non veri) tre mesi estivi di dolce far nulla.
Loro, l’esercito dei maestri e prof., che chiamati al loro dovere di formazione per le giovani generazioni, hanno saputo fare di necessità virtù, si sono fatti forza, hanno imparato velocemente a smanettare su tablet, pc e Smart phone, per entrare nelle case degli italiani e assicurare non solo una continuità didattica ma, spesso, a confortare giovani e genitori, a intrattenere per ore bambini e scolari che altrimenti sarebbero stati troppo tempo a bacchettarsi con i loro ‘obbligati’ coinquilini.

La Scuola sta reggendo.
Non si contano le connessioni, i gruppi studio, le chat su social e piattaforme realizzate in tempi da record. E, attenzione, tutto questo senza che gli stessi (non eroi, ma semplici Alfieri della nostra Repubblica), non fossero, di fatto, obbligati a farlo. Ma l’obbligo è nato dalla loro voglia di fare, dal loro orgoglio a formare e coccolare i propri studenti, dall’esigenza di considerarsi una vera e unica comunità educante.

Si, grazie, grazie a tutti voi.
Forse non sarete ricordati dai media o da testate giornalistiche, ma, inequivocabilmente, quando tutto sarà finito, i vostri volti, le vostre parole, le vostre video lezioni, resteranno ben impresse nella mente e nella memoria dei vostri allievi e dei loro genitori.

Grazie, anche perché, è vero, la scuola, come Don Bosco insegnava, è questione di cuore.“

Prof. Gianni Tartaglia 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE