fbpx

Draghi: la fine!

Economia e Finanza

di Canio Trione – Economista

Come fosse un virtuoso tornado Draghi ha fatto irruzione nelle angustie di noi mortali per dire che fare i tirati nel fare debiti è sbagliato.. a mali estremi, estremi rimedi –dice- e quindi si facciano debiti senza limitazioni e si distribuiscano soldi a tutti quelli che si riterrà opportuno foraggiare. Dicendo questo, il nostro conterraneo, è apparso ai mortali impauriti e depressi un superman arrivato dall’iperuranio -dove vive usualmente- a risolvere i nostri guai.

Però alcuni dubbi terreni non si possono ignorare.
 
-Come mai il nostro superman non fa cenno all’immenso debito italiano che ci ha perseguitato fino a ieri? Era falso che un gran debito sia un problema?
 
-Chi pensa debba comperare questo debito aggiuntivo? E a che prezzo (tasso di interesse)? E con quale scadenza?
 
-Come si pensa di ripagarlo e quando? La nostra economia si rialzerà abbastanza da restituire o almeno pagare gli interessi sull’immenso e crescente stock di debito?
 
-A chi dare questi soldi ottenuti con questo nuovo debito? Secondo quali regole? Chi gestirà l’intera faraonica operazione?

-Che cosa ha risolto quando era Presidente della BCE oltre ad aver aiutato i politici a sopravvivere? 

Ad occhio e croce se il nostro fosse un umano potremmo argomentare che con un nuovo debito si possa assicurare una notevole e sicura redditività certamente al prestatore e cioè alle grandi banche planetarie chiamate a comprare i nuovi titoli specie se la garanzia fosse europea e cioè tedesca. Quindi i fautori dell’allargamento del debito sono avvocati delle banche non nostri. È molto probabile che poi si litigherà se qualcuno dei partner europei non potesse far fronte ai propri obblighi; cosa che comporterebbe rischi, fondati, di mettere mani alle maniere forti… ma per il momento –dicono i sostenitori di Draghi- prendiamoci i soldi: la gente comune abbocca all’unanimità, le grandi banche (e quindi l’informazione specie di sinistra) premeranno per effettuare l’operazione… mentre lui, il nostro supereroe, fa la parte del salvatore della patria laddove la sta precipitando in un abisso senza uscita. I futuri governi si peleranno la patata bollente…

Anche un comune e dimesso umano, il nostro Presidente del Consiglio, la pensa alla stessa maniera forse consigliato dai superesperti ministeriali specializzati in questue e debiti che gli avranno consigliato istintivamente di andare a bussare a danari come sempre si è fatto! come sempre –pensano- la faremo franca! tanto gli italiani non si accorgono di nulla e dicono sempre di si. Formidabile è rilevare l’assenza di una cultura politica differente (da quella della questua)  e quindi di una proposta differente…ma così va il mondo se la disinformazione ha occupato anche le Università da decenni.

Ma se è vero che questi debiti li dobbiamo fare per dare soldi ai consumatori e alle pmi (come asseriscono in pompa magna) perché non farlo subito e bene attraverso le nostre banche che hanno importanti masse di liquidità? Basta allentare i paletti di Basilea (ormai ignorati) con un po’ di garanzia pubblica ben fatta. Noi stessi lo abbiamo proposto ormai un anno fa sia alle Autorità preposte sia alle banche locali….con dettagli operativi immediatamente realizzabili. SENZA AUMENTARE IL DEBITO E GLI INTERESSI RELATIVI.

Oppure è proprio nuovo debito quello che si vuole profittando del provvidenziale virus?

AI POSTERI L’ARDUA SENTENZA


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE