fbpx

“Occasione mancata per aiutare concretamente chi è in difficoltà a causa del coronavirus”

Cronaca

Fabrizio Perfetto sullo slittamento del pagamento della Tari a Pescara.

PESCARA – “L’amministrazione comunale di Pescara ha perso un’occasione per agire con razionalità e buon senso, adottando interventi concreti e immediati a sostegno delle fasce più deboli della popolazione in questo difficile momento di emergenza socio-sanitaria. È stata invece preferita la strada semplicistica di far slittare di qualche settimana i pagamenti della Tari, senza incidere né entrare nel merito di una questione che riguarda le sorti di migliaia di famiglie. Non si può viaggiare su due velocità, da un lato polemizzando sulle risorse stanziate dal Governo e dall’altro non riuscendo a farsi carico a livello locale dei reali bisogni di una popolazione sempre più fragile”.

È il commento dell’ex consigliere comunale di Pescara Fabrizio Perfetto in merito alla delibera, approvata ieri in Consiglio Comunale, che differisce le scadenze per il pagamento delle rate della TARI, la tassa sui rifiuti, e della COSAP, il Canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche.

“Sappiamo bene che sarebbe impossibile cancellare completamente il pagamento della tassa sui rifiuti – spiega Fabrizio Perfetto – ma si sarebbe potuto agire con razionalità e buon senso. Sarebbe bastato individuare quelle fasce di popolazione che ad oggi non hanno subito nessuna conseguenza economica negativa in questa pandemia e che quindi si troverebbero nelle più agevoli condizioni di versare l’imposta.  Queste avrebbero il dovere morale non solo di farsi carico del pagamento di servizi essenziali, ma anche di aiutare altre fasce di cittadini che oggi, purtroppo, subendo le conseguenze di questo virus, non potranno pagare i bollettini né adesso e né tra qualche settimana. Sarebbe stato questo il compito di una buona amministrazione: individuare coloro che in questo periodo dovrebbero essere esentati dal pagamento delle tasse e procedere a un ricalcolo delle aliquote per tutti gli altri, tenendo conto delle ripercussioni dell’emergenza COVID 19 e delle mutate difficoltà economiche. Sarebbe stato un mezzo reale di conforto da parte del Comune di Pescara, che oltre a determinare una ridistribuzione di ricchezza, in questo momento necessaria, avrebbe aumentato il senso di sostegno reciproco all’interno della nostra comunità”.

“Da ex presidente della Commissione Ambiente del Comune di Pescara – aggiunge Fabrizio Perfetto – mi sento di ringraziare tutti gli operatori di Ambiente Spa che in questi giorni stanno lavorando in prima linea per garantire un servizio essenziale, nonostante i rischi a cui sono quotidianamente esposti. Allo stesso modo, senza scadere in polemiche inutili, sollecito l’assessore all’Ambiente ad alzare il livello di attenzione sulle zone periferiche della città, sia in merito al lavaggio delle strade e sia in merito a una puntuale e regolare raccolta dei rifiuti, pulizia dei cassonetti e delle aree di conferimento di prossimità, poiché anche in questa situazione di grave emergenza sono proprio le periferie ad essere più penalizzate”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE