fbpx

Con il dl di aprile “liberiamo 500 miliardi di risorse”, dice Gualtieri

Economia e Finanza

Tra le misure, spiega il ministro dell0’Economia, c’è l’estensione della cassa integrazione e il “rafforzamento dell’indennità per i lavoratori autonomi”. E sul Mes “non cederemo”

coronavirus gualtieri economia risorse dl

© Aleandro Biagianti / AGF 
– Roberto Gualtieri

L’importo del decreto Aprile? “Sarà significativamente superiore al precedente e sufficiente a fornire per tutta la durata della crisi il doveroso sostegno alle famiglie, ai lavoratori e alle imprese”. Lo assicura in un’intervista a Il Fatto Quotidiano il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, il quale aggiunge anche che “complessivamente ci attendiamo di liberare risorse al servizio dell’economia reale per almeno 500 miliardi”.

Tra le altre cose, proprio l’estensione della cassa integrazione “sarà contenuta nel decreto Aprile” afferma il ministro che si dice pronto a confermare “che intendiamo rafforzare l’indennità per i lavoratori autonomi” anche “se le cifre le vedremo”, specifica poi, ma “basandoci sulla procedura Inps, allargheremo la platea a chi si trova in momentanea difficoltà economica ma è rimasto escluso da cassa integrazione e indennità” si sente di poter garantire ulteriormente.

Quanto ai crediti di impresa Gualtieri aggiunge anche che “le nostre stime parlano di 37 miliardi di cui 25 scaduti” così “accorceremo i tempi di pagamento anche grazie alle misure che abbiamo inserito nella legge di Bilancio”. Infine, il Mes, per il quale Gualtieri dice che “è stato concepito per affrontare choc asimmetrici, mentre questa è una crisi simmetrica che riguarda tutti, quindi un suo uso sulla base dei meccanismi attuali, almeno da parte dell’Italia, è fuori discussione” assicura con nettezza, mentre “più promettenti sono il potenziamento dell’azione della Bei e lo strumento temporaneo di assistenza a cui sta lavorando la Commissione facendo leva sul bilancio europeo”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE