fbpx

Sono stati mandati alle Regioni 52 milioni di camici e mascherine

Cronaca

Sono 119.827 i casi totali, con un aumento di 4.585 in un giorno. 1.480 guariti e 766 decessi in 24 ore. “I nostri ospedali stanno cominciando a respirare”, ha detto l’assessore lombardo al welfare Gallera. Sale a 77 il numero dei medici morti. Oltre 40 mila vittime in Europa

coronavirus morti contagi guariti ricoveri

© Aleandro Biagianti / AGF – La distribuzione di aiuti ai bisognosi a Firenze durante l’emergenza coronavirus

Il temporeale sui dati sulla diffusione del coronavirus prosegue a questo link

I dispositivi di protezione inviati alle regioni sono 51,8 milioni, lunedì scorso erano 40,6 milioni. È raggiunto in pochi giorni un traguardo importante, dice il commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri in un punto stampa in Protezione Civile,  le mascherine “arrivano in quantità sufficienti e in un tempo assai ragionevole”.

Armani, Prada, Nannini: le industrie dell’eccellenza italiana si sono riconvertite per affrontare l’emergenza coronavirus. Ma l’iter non è molto agevolato: siamo in un periodo di guerra però la burocrazia è dei periodi di pace e qualche problema questo lo crea

Salgono a quasi 200 mila i casi totali di coronavirus in Italia, per l’esattezza 119.827, con un aumento di 4.585 in un giorno, leggermente meno dei +4.668 di ieri e +4.782 di mercoledì. Sono i dati forniti dal bollettino quotidiano della Protezione Civile, da cui si evince un trend sostanzialmente stabile. Gli attualmente positivi sono 85.388 (+2.339, in calo rispetto al +2.477 di ieri), i guariti sono 19.758 (con un balzo di 1.480 oggi, contro i 1.431 di ieri), le vittime sono 14.681, con un aumento di 766 in un giorno, praticamente lo stesso di ieri (760).

Gli Stati Uniti sono accusati di procurarsi il prezioso presidio medico con “atti di pirateria”. Ma la Casa Bianca non se ne preoccupa e non si fa scrupolo di accaparrarsi a suon di dollari le partite destinate ad altri Paesi e a sospendere le forniture a quelli in difficoltà

Si conferma il trend di diminuzione complessiva dei ricoveri rispetto ai numeri delle scorse settimane: le persone attualmente in ospedale con sintomi sono 28.741, con un aumento di 201 su ieri (quando erano stati 137), quelle in terapia intensiva sono 4.068, appena 15 più di ieri. Infine, 52.579 sono in isolamento domiciliare, 2.123 più di ieri. 

I dati della Lombardia

In Lombardia oggi sono stati registrati +1.455 positivi, in totale 47.520 dall’inizio dell’epidemia. Lo ha reso noto l’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, nel corso dell’aggiornamento quotidiano sull’emergenza coronavirus. Ieri l’incremento era stato di 1.292 casi, “ma abbiamo processato molti più tamponi rispetto a ieri.

Il numero di decessi di persone positive al coronavirus in Lombardia, rispetto a ieri, è di +351. Dall’inizio dell’emergenza i morti sono 8.311. Lo ha reso noto l’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, nel corso dell’aggiornamento quotidiano sull’emergenza coronavirus. Ieri l’aumento di decessi è stato di 357 morti.

  • 17:05

    Rubano prodotti igienizzanti da magazzino, denunciati

    Si introducono nel magazzino di un supermercato Carrefour e si impossessano di una grande quantità di prodotti igienizzanti per superfici e ambiente. E’ accaduto la scorsa notte a Pescara. In azione due uomini che, dopo aver scavalcato e danneggiato con un coltello una rete di recinzione, sono entrati nel magazzino e hanno rubato i prodotti igienizzanti. I ladri poi sono fuggiti a bordo di due biciclette, ma poco dopo sono stati individuati e fermati dagli agenti della squadra Volante.

  • 15:58

    Coldiretti, nei campi servono macchine, basta stop

    “Lo stop forzato al settore della meccanica agricola aggrava la situazione di difficolta’ nei campi dove con l’inizio delle campagne alla mancanza di lavoratori si aggiungono le difficoltà per le forniture di macchine, attrezzature e ricambi agricoli necessari per la lavorazione nei terreni”. E’ quanto afferma il presidente della Coldiretti Ettore Prandini che chiede di inserire la meccanica agricola nell’elenco delle produzioni essenziali come previsto nei provvedimenti per l’emergenza in tutti gli altri Paesi che hanno invece autorizzato la produzione di macchinari agricoli proprio in quanto funzionale a garantire l’approvvigionamento alimentare.

  • 13:33

    In India 600 nuovi contagi, legati a un evento religioso

    L’India ha registrato il suo più grande balzo di contagi di Covid-19 in un giorno: 601 nuovi casi segnalati che rappresentano un aumento del 26%, secondo quanto riferito dal ministero della Salute e del benessere della famiglia.
    Il Paese, che conta oltre 1,3 miliardi di abitanti, ora ha 3.082 casi e 86 morti, secondo i dati della Johns Hopkins University.
    L’impennata di casi e’ stata collegata a un raduno religioso tenuto in una moschea di New Delhi a marzo, ha spiegato un alto funzionario del ministero della Salute, Lav

  • 13:26

    Incendiate torri 5G per una bufala sul virus

    In Gran Bretagna sono state incendiate alcune torri per la rete 5G a causa di alcuni teorie “senza fondamento” circolate online sulla correlazione tra il 5g e il Covid-19. Gli attacchi sono avvenuti vicino a Birmingham giovedì e venerdì nella zona Merseyside, riporta la Bbc. Il dipartimento per il Digitale ha dichiarato di essere a conoscenza di informazioni inesatte condivise online e ha sottolineato che non vi sono “prove credibili” di una relazione tra il 5G e il coronavirus.

  • 12:46

    Quasi pronto il test rapido sviluppato in Italia

    Un test rapido, che in pochi minuti, grazie al prelievo di poche gocce di sangue, potrà rivelare se un soggetto ha sviluppato gli anticorpi del coronavirus. La ricerca è a buon punto e il dispositivo che potrebbe essere utilizzato con un elevato grado di affidabilità per un’indagine epidemiologica potrebbe essere pronto in poco più di un mese. “Tutto dipende dalla quantità di dati che nella prossima settimana molte strutture ospedaliere in tutta Italia ci forniranno”, spiega all’AGI il ricercatore dell’Università del Sannio, Gaetano Cardinale.

  • 12:31

    Entro due giorni saranno distribuite le mascherine ai medici

    Nelle prossime 48 ore saranno distribuite le mascherine Ffp2 all’ordine dei medici. Lo ha detto il commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri in un punto stampa in Protezione Civile. “Oggi abbiamo in distribuzione 620 mila mascherine per i medici, che ringrazio ancora per la pazienza e il sacrifico che fanno, piu’ di ognuno di noi. La distribuzione di concluderà tra questa sera e lunedì mattina”. 

  • 12:24

    In Austria più di 11.600 casi

    In Austria la crescita delle persone positive al Covid-19 resta costante. Ad oggi i casi sono complessivamente 11.781, circa 400 in più rispetto a ieri. Per aver contratto il coronavirus su tutto il territorio austriaco sono morte 186 persone, anche questo dato in crescita rispetto a venerdì. Negli ospedali austriaci sono ricoverati 1.071 pazienti, 245 di essi in terapia intensiva. Il Land più colpito resta il Tirolo dove attualmente i positivi sono 2.042.

  • 12:17

    In Germania oltre 90 mila contagi e 1.300 morti

    Sono 90.624 le persone contagiate dal coronavirus in Germania, stando al conteggio della Zeit online, che incrocia i dati del Robert Koch Institut, quelli della Johns Hopkins University e le segnalazioni delle autorita’ sanitarie dei vari Laender. Il numero è raddoppiato rispetto a 9 giorni fa. Il bilancio delle vittime invece è a 1.310.
    Più basso il conteggio “ufficiale” del solo Robert Koch Institut (Rki), il maggiore centro epidemiologico del Paese, che stamattina conta 85.778 casi di infezione: una crescita di 6082 contagi rispetto a ieri (una diminuzione di circa 100 casi). Sono aumentati di 141 unità i decessi, a complessivi 1158.

  • 11:45

    Allo Spallanzani ancora 21 casi seri

    I pazienti COVID 19 positivi sono in totale 198. Di questi, 21 necessitano di supporto respiratorio. Così si legge nel bollettino medico diramato oggi dallo Spallanzani, bollettino numero 65. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 196. Lo rende noto l’ospedale Spallanzani nel bollettino medico diramato oggi. Il nosocomio precisa che in giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici.

  • 11:15

    Tutti parlano troppo, dice il sindaco Sala

     “Comunicare in maniera corretta è estremamente importante. Ieri e’ stata una giornata infelice: c’è stata paventata l’idea di una riapertura il 13 aprile, poi forse il primo maggio, poi forse il 16 maggio. Così non si fa. Si parla troppo, troppi miei colleghi, troppi protagonisti di questa crisi sono continuamente in tv, a rispondere a domande”. Lo ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala nel consueto video messaggio ai cittadini su Facebook.

  • 10:55

    In Veneto quasi 11 mila contagi e 607 morti

    Aumenta di 243 casi il numero dei positivi al coronavirus in Veneto. Ne dà notizia la Regione Veneto attraverso il quotidiano bollettino aggiornato alle otto di questa mattina, bollettino che certifica 10.824 contagi in totale dall’inizio dell’emergenza. I decessi sono arrivati a 607. 

  • 10:32

    La Gran Bretagna potrebbe restare in lockdown fino a maggio

    La Gran Bretagna non sarà in grado di allentare le attuali misure di contenimento, messe in campo per frenare il nuovo coronavirus, prima della fine di maggio: è la previsione di uno dei più autorevoli consiglieri del governo, il quale ha precisato che prima si deve raggiungere il rallentamento del numero dei contagi.

    Neil Ferguson insegna all’Imperial College di Londra e ha spiegato a Bbc Radio che il governo sta studiando come introdurre gradualmente regole più rilassate. “Vogliamo passare a una situazione in cui, almeno entro la fine di maggio, siamo in grado di introdurre norme meno rigide, più basate sulla tecnologia e i test, rispetto al blocco completo che abbiamo ora. Si sta lavorando intensamente per capire come sostituire il distanziamento sociale molto rigoroso attualmente in atto con un regime basato su numerosi test, accesso molto rapido ad essi, tracciabilità dei contatti di chi si è ammalato”.

  • 10:03

    A Roma parchi chiusi e Ztl sospese fino al 13 aprile

    Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha rinnovato fino al 13 aprile l’efficacia delle ordinanze per il contrasto alla diffusione del Coronavirus: restano aperte h24 le Zone a traffico limitato di Trastevere, Tridente e Centro Storico, sospeso il pagamento della sosta tariffata in tutto il territorio capitolino, chiusi i centri sociali per gli anziani e rimane in vigore il divieto di accesso alle spiagge del litorale di Roma Capitale, della Pineta di Castel Fusano e Acqua Rossa. 

  • 09:48

    Fabrizio Corona in isolamento riceveva il personal trainer

    Fabrizio Corona avrebbe ricevuto più volte nei giorni scorsi nella sua abitazione il personal trainer. Per questo, comunica la polizia, gli è stata notificata una diffida emessa dal Tribunale di Sorveglianza, in cui gli viene intimato il rispetto delle regole sul distanziamento sociale previste per contenere l’emergenza coronavirus. Il persona trainer è stato multato per aver violato il divieto di spostamenti in assenza di comprovate necessità.

  • 09:22

    Gli artigiani hanno già perso 7 miliardi di fatturato

    Almeno 7 miliardi di euro. A tanto ammonta la stima della perdita di fatturato che a livello nazionale le imprese artigiane subiranno in questo mese di chiusura a causa del Coronavirus (dal 12 marzo al 13 aprile 2020). A fare i conti è stato l’Ufficio studi della Cgia.
    I comparti piu’ colpiti sono anche quelli più rappresentativi di tutto il settore: le costruzioni, ad esempio, vedranno una flessione del fatturato di 3,2 miliardi (edili, dipintori, finitori di edifici) la manifattura di 2,8 miliardi (metalmeccanici, legno, chimica, plastica, tessile-abbigliamento, calzature) e i servizi alla persona di 650 milioni di euro (acconciatori, estetiste, calzolai).

  • 08:25

    In vendita su un sito fasulli kit di diagnosi del coronavirus

    La polizia postale di Napoli ha scoperto un sito denominato “Testcovid19.it”, attraverso il quale veniva pubblicizzata la vendita di kit per la rilevazione dell’infezione da “Coronavirus”, di termometri digitali, mascherine FFP2 e KN95, nonché di mascherine chirurgiche. La vendita configurava azioni speculative fraudolente in quanto tutto il materiale risultava di scarsa qualità e sprovvisto della validazione dell’Autorità Sanitaria Nazionale, nonché privo della certificazione CE e dei prescritti requisiti di tracciabilità e di affidabilità. 

  • 07:15

    Papa Francesco: no ai profittatori

    Papa Francesco solleva il problema di quanti possono profittare a fini economici dell’emergenza coronavirus. “In questi momenti di turbamento, di difficoltà e di dolore”, ha detto all’inizio della messa a Santa Marta, “tante volte alla gente viene in mente di fare tante cose buone, ma a qualcuno potrebbe venire in mente di fare cose meno buone, di profittare del momento per fare del guadagno”. “Il Signore dia a tutti noi una coscienza retta e trasparente che si possa far vedere a Dio senza vergognarsi”, ha concluso.

  • 07:01

    Un veterano di 104 anni è guarito dal coronavirus

    Un veterano statunitense della Seconda Guerra mondiale è guarito dopo essere stato contagiato dal Covid-19 giusto in tempo per festeggiare il suo 104esimo compleanno. William Lapschies, dell’Oregon, era risultato positivo al coronavirus lo scorso 11 marzo. I suoi sintomi sono stati lievi, si è ripreso questa settimana e mercoledì ha festeggiato il compleanno. Era probabilmente sopravvissuto alla Spagnola. Anche un’italiana di 102 è guarita dopo aver contratto il Covid-19.

  • 00:06

    Pence: cure garantite anche ai non assicurati

    Tutti gli americani, anche i non assicurati potranno accedere alle cure contro il coronavirus senza doversi preoccupare dei costi. Lo ha detto il vice presidente Mike Pence durante la conferenza stampa sul Covid-19, senza precisare in che modo potranno avere accesso alle cure i non assicurati.

  • 23:31

    Cura Italia: Inps, finora 2,5 milioni di domande per i 600 euro

    Alle 19 di oggi, 3 aprile, le domande per prestazioni Inps previste dal decreto Cura Italia, pervenute telematicamente, sono 2.927.377 per più di 5,8 milioni di beneficiari, così suddivise: indennità 600 euro 2.538.867 congedi parentali 186.589 Bonus baby-sitting 23.421 CIGO 118.000 domande per 2.021.259 beneficiari. Assegno ordinario 60.500 domande per 1.082.500 beneficiari.

  • 23:14

    Spagna: “probabile” raccomandazione di mascherine per tutti

    Il ministro della Salute spagnolo, Salvador Illa, ha detto che “probabilmente” le autorità consiglieranno l’uso diffuso delle mascherine a tutta la popolazione, come misura nella lotta alla diffusione del coronavirus. “Stiamo studiando un insieme di misure e probabilmente raccomanderemo le mascherine, ma non voglio anticipare nulla”, ha dichiarato il ministro in conferenza stampa, secondo quanto riferisce El Pais. 

  • 22:16

    Inps smentisce bufala su bonus per studenti

    Sta girando in queste ore sui social una fake news che, utilizzando impropriamente il logo dell’Inps, invita gli studenti di età compresa fra i 15 e 20 anni a fare domanda entro il 3 aprile per avere un indennizzo di 600 euro mensili per ogni mese del periodo di quarantena. In proposito – comunica l’Inps – si precisa che nel Decreto Cura Italia non è previsto alcun bonus in favore di studenti. Si ricorda che le uniche informazioni ufficiali si trovano sul sito istituzionale dell’Istituto, www.inps.it.

  • 21:50

    Gualtieri insiste: “Servono gli Eurobond”

    L’Italia insiste con la Commissione europea per l’introduzione dei coronabond. “Bene SURE e garanzie Bei – ha dichiarato il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri in una nota – ma la risposta dell’Ue deve comprendere bond comuni”. Spiega Gualtieri: “La sfida economica posta dal coronavirus è senza precedenti e richiede un vero salto di qualità nella risposta dell’Europa. Per questo l’Italia sta conducendo dure battaglie su tutti i tavoli negoziali”.

  • 21:02

    In Francia altri 588 morti, in totale oltre 6.500 decessi

    In Francia è stato registrato il numero record di 588 nuovi morti per coronavirus, portando il totale a superare i 6.500 decessi. Lo ha annunciato il direttore generale della Salute, Jerome Salomon. I pazienti ricoverati sono 27.432 di cui 6.662 in rianimazione.

  • 20:39

    Conte invita le Regioni a collaborare: “No scontri

    Un invito a non alimentare scontri che non ci sono e non devono esserci e a continuare a collaborare con correttezza è’ arrivato questa sera dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante la riunione in videoconferenza con i presidenti di Regione. È quanto si apprende da fonti presenti all’incontro. Il presidente del consiglio avrebbe così ribadito la disponibilità del governo alla massima collaborazione.

  • 20:30

    In Turchia il contagio corre “a velocità inaspettata”

    Il ministro della Salute turco, Fahrettin Koca, ha dichiarato che la diffusione del coronavirus in Turchia va avanti a una velocità “inaspettata”, con il bilancio delle vittime in Turchia giunto ora a 425, di cui 69 nelle ultime 24 ore. Il ministro ha poi aggiunto che nelle ultime 24 ore sono stati effettuati più di 16 mila tamponi, con 2.786 pazienti trovati positivi e il il totale dei casi nel Paese giunto a 20.921

  • 20:23

    Castelli: con ok Commissione garantiamo liquidità

     “La Commissione Europea ha accolto le nostre proposte, potremo intervenire con maggiore incisività a supporto delle imprese. È un ottimo risultato, frutto del lavoro che abbiamo fatto con il ministro Patuanelli”. Così la vice ministra dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.
    “Il nuovo quadro, sia pur temporaneo, degli aiuti di Stato – sottolinea Castelli – consente, tra l’altro, di concedere prestiti a tasso zero e garanzie fino 100%, oppure di fornire capitale fino a 800.000 euro per impresa. Per far fronte ad situazione straordinaria servono interventi straordinari. A questo punto, nel prossimo decreto interverremo garantendo, con il 100% di garanzia, tutta la liquidità necessaria al tessuto produttivo italiano, a partire dalla piccola e media impresa”.

  • 19:36

    Bei: ok a piano da 200 miliardi per il sostegno alle imprese

     Il consiglio di amministrazione della Banca Europea per gli Investimenti (Bei) ha formalmente proposto all’Eurogruppo di creare un fondo di garanzia da 25 miliardi di euro per permettere alla stessa Bei di fornire alle imprese altri 200 miliardi di sostegno per fronteggiare l’impatto economico della crisi del Coronavirus. “Abbiamo bisogno di una risposta pan-europea alla pandemia”, ha detto il presidente della Bei, Werner Hoyer. “Abbiamo bisogno che questa risposta sia ambiziosa e ne abbiamo bisogno in fretta”, ha aggiunto.

  • 19:30

    Londra: possibile picco a Pasqua

    “È perfettamente possibile” che il picco dell’epidemia di Covid-19 nel Regno Unito si raggiunga il 12 aprile, a Pasqua. Lo ha detto il ministro della Salute, Matt Hancock rispondendo a una domanda in questo senso dell’emittente Sky News.
    “Rimando alle previsioni degli scienziati, ma penso sia perfettamente possibile”, ha detto il ministro, sottolineando comunque che a riguardo “c’è incertezza”.

  • 19:26

    Oms: cancellare le restrizioni può far tornare il virus

    “Se i Paesi si precipitano velocemente a cancellare le restrizioni, il coronavirus ​potrebbe ritornare e l’impatto economico potrebbe essere ancora più grave e prolungato”. L’avvertimento arriva dal direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel quotidiano briefing a Ginevra sull’emergenza coronavirus. “Finanziare la risposta sanitaria è un investimento essenziale non solo per salvare vita ma per la ripresa economica e sociale a più lungo termine”, ha aggiunto.

  • 19:11

    A Brescia non si vede ancora la luce in fondo al tunnel

    Crescita costante nella provincia di Brescia con i positivi arrivati a 8163 (+190 da ieri) e i morti 1447, con un aumento in 24 ore di 42. Brescia continua a lottare contro il Coronavirus e malgrado i 3776 dimessi non sembra vedere la luce in fondo al tunnel. A Brescia città oggi i positivi sono 1351 e le croci su cui piangere 244. A Orzinuovi, primo epicentro del contagio bresciano, i contagiati sono 184 e i decessi 45.

  • 19:01

    Via libera del ministero ai test ‘drive in’

    “Qualora in aree con diffusa trasmissione di COVID-19 la capacità di laboratorio non consenta di effettuare le analisi diagnostiche”, andrà valutata “la possibilità di ampliare ulteriormente il numero di laboratori aggiuntivi identificati dalle Regioni/PA e coordinati dai laboratori di riferimento regionali, considerando la possibilità di utilizzare laboratori mobili o drive-in clinics, consistenti in strutture per il prelievo di campioni attraverso il finestrino aperto dell’automobile su cui permane il paziente”. È quanto prevede la nuova circolare del ministero della Salute sui test diagnostici. “Secondo la Commissione europea – sottolinea il ministero – queste strutture permettono di ridurre il rischio di infezione al personale sanitario o ad altri pazienti”.

  • 18:54

    Meloni: incomprensibile il no ai voucher per l’agricoltura

    “Tutte le associazioni agricole chiedono la stessa cosa: poter utilizzare i voucher per affrontare serenamente le prossime campagne di raccolta. È francamente incomprensibile la chiusura del governo su una materia di questo tipo. Chiediamo al ministro e al presidente del Consiglio di riconsiderare questa decisione”. Lo ha detto la leader di FdI, Giorgia Meloni, in un video postato su Facebook. 

  • 18:47

    In Europa oltre 40 mila morti

     In Europa si sono superati i 40 mila morti per coronavirus. È il bilancio fornito dalla Afp.

  • 18:43

    Borrelli: abbiamo evitato raggiri di broker internazionali

    “Ci sono broker internazionali senza scrupoli che provano a vendere di tutto e a raggirare l’acquirente: siamo riusciti ad evitare truffe allo Stato con un lavoro di squadra rodato e grazie al senso del dovere che hanno i miei colleghi”. Lo ha detto in conferenza stampa il commissario all’emergenza coronavirus Angelo Borrelli. “Un nostro funzionario – ha detto – è stato buttato in pasto ad alcuni siti ed organi di informazione: al di la’ della scorrettezza commessa, devo ribadire che il lavoro fatto dal Dipartimento è stato pulito e preciso”.

  • 18:38

    Borrelli: per la Fase 2 la sola data è il 13 aprile

    Per la fase 2 al momento c’è una sola data, il 13 aprile, come annunciato dal presidente del Consiglio”. Lo ha detto in conferenza stampa il commissario all’emergenza coronavirus Angelo Borrelli. “Oggi – ha spiegato Borrelli – alcune mie parole sono state equivocate, avevo fatto un ragionamento sulla circostanza che l’adozione di certe misure sarebbe stata determinata dall’evoluzione die contagi. La verità è che abbiamo a che fare con un virus nuovo, è impossibile fare previsioni e abbassare la guardia. Mi dispiace che un titolo abbia schematizzato in modo non giusto il mio pensiero”.

  • 18:14

    In Iran altri 134 morti, il totale sale a 3.294

     In Iran sono stati registrati altri 134 morti per coronavirus, per un totale di 3.294 di decessi. Il portavoce del ministero della Salute, Kianoush Jahanpour, ha annunciato che 2.715 nuovi casi si sono aggiunti nelle ultime 24 ore al bilancio dei contagi, raggiungendo quota 53.183. 

  • 18:12

    Altri 4 medici morti, il totale sale a 77

    Altre quattro segnalazioni di decessi tra i medici sono arrivate alla federazione degli ordini dei medici (Fnomceo), che nel suo sito, listato a lutto, riporta il drammatico elenco delle vittime. A oggi sono quindi 77 i medici morti a causa del coronavirus in Italia. Gli ultimi decessi segnalati riguardano un diabetologo, un odontoiatra, un pediatra e un medico di famiglia.

  • 18:08

    Stasera videoconferenza tra il governo e le Regioni

    Riunione in videoconferenza, stasera, tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e le Regioni. All’incontro, per fare il punto sull’emergenza coronavirus, parteciperanno, anche i ministri Roberto Speranza e Francesco Boccia.

  • 18:07

    Gallera: “Anche oggi dati positivi, avanti così”

    “In quasi tutti i pronto soccorso c’è una riduzione” e “i nostri ospedali stanno cominciando a respirare”, è il quadro tracciato dall’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera. Quanto ai dati, Gallera ha sottolineato che le persone ricoverate sono 40 in più rispetto a ieri (totale 11.802), in terapia intensiva +30 (1.381), i dimessi +791 (13.020). Infine i ‘dimessi’ non ospedalizzati 13.006.

    “Ancora oggi i numeri sono positivi. Sono dati confortanti che evidenziano che lo sforzo sta producendo risultati, ma dobbiamo continuare cosi’. dobbiamo resistere a casa, anche quando le giornate sono belle”, ha concluso.

  • 18:01

    Decessi record in Puglia, 20 morti

    Si è registrato oggi in Puglia il numero piu’ alto di decessi dall’inizio dell’emergenza coronavirus. Si tratta di 20 casi, che portano a 164 il numero dei decessi totali. Le morti sono così suddivise: 11 in provincia di Lecce, 6 Foggia, 2 Brindisi, 1 Bat da inizio marzo. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE