fbpx

La serie A riprende a giocare. Il Bari alla finestra in attesa di un cenno

Sport & Motori

La notizia fresca è quella che si dovrebbe tornare a giocare il 13 giugno limitatamente alla serie A, ed il Bari, dopo le tante chiacchiere degli ultimi giorni relativi ai parametri, alle medie ponderate, alle terze classificate che si inseriscono, senza gradimento alcuno, nel terzetto delle seconde, guarda con circospezione, ma anche con moderato ottimismo, a questa eventualità in quanto si vedrebbe aperta la porta  alla speranza di promozione sul campo, vale a dire ciò che si è sempre auspicato il Presidente del Bari Luigi De Laurentiis.

Il via libera degli allenamenti previsti per il 18 maggio e la volontà di portare a termine il campionato di serie A, potrebbe significare, agli occhi di tutti, come un ritorno alla normalità, quel ritorno tanto sperato dagli addetti ai lavori e dai tifosi che fremono, anche se di difficile attuazione a causa degli onerosi protocolli sanitari che non tutti i club possono permettersi. Per questo motivo una ripresa della serie C sarebbe del tutto esclusa a priori. Semmai lo sarà per la B. Seppure. Insomma, il Presidente Federale Gravina pare intenzionato a dare una possibilità ai tornei professionistici.

Come appena scritto, appare pressoché scontato l’esclusione del ritorno ai campi di gioco per la serie C a causa dei protocolli sanitari da rispettare, cosa che potrebbe permettersi solo la serie A (ma anche il Bari), senza dimenticare i noti problemi finanziati in cui versano le società di C che si son viste interrompere, tranchant, il campionato con le conseguenti mancate entrate finanziarie da oltre due mesi. E comunque, se l’orientamento federale è quello di tornare a giocare, anche per la serie C si potrebbe aprire uno spiraglio quanto meno per la disputa dei  playoff, forse allargati a quelle società in grado di predisporre i protocolli sanitari richiesti.

Tuttavia, è bene precisare, che non è automatico il riprestino delle attività sportive del Bari se da lunedì prossimo le società di serie A torneranno al lavoro di gruppo. La pandemia continua a mietere centinaia di vittime ed è ancora in essere e con essa anche la paura nonostante si sia passati alla cosiddetta fase due. La situazione di stallo rimane ancora invariata. Si potrà tornare agli allenamenti, in vista di una ripresa calcistica limitata verosimilmente ai soli playoff, solo se ci sarà una chiara ed imprescindibile data di riferimento. Per adesso, quindi, proseguiranno gli allenamenti a casa rispettando la tabella dei preparatori atletici che proseguiranno, quanto meno, fino alla riunione del Consiglio Federale.

Se ci sarà un cenno evidente in tal senso, ove la prospettiva di ripartire per il 13 giugno possa valere anche per la serie C, solo allora la società barese prenderà una decisione definitiva che prevederà il ritorno in sede per allenarsi in gruppo dopo un breve periodo di riposo.

 

Massimo Longo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE