fbpx

Coronavirus: Riccardi, da luglio via a ricoveri in ospedale Cividale

Friuli Venezia Giulia

TRIESTE – Friuli, ferma restando la sospensione del Punto di primo intervento a causa della proroga da parte del Governo dell’emergenza Coronavirus, entro il mese di luglio verrà avviato il progetto di cure intermedie che permetterà ai pazienti del Cividalese di poter essere ricoverati per situazioni cliniche di bassa e media intensità”.

Così il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia
Giulia, Riccardo Riccardi, oggi a Trieste rispondendo in sede di
Consiglio regionale a un’interrogazione relativa al futuro del
Presidio ospedaliero di Cividale del Friuli. 

Nel dettaglio, come ha spiegato il vicegovernatore, l’Azienda
sanitaria universitaria Friuli Centrale (Asfc) si è impegnata a
partire con il modello cure intermedie entro il prossimo mese di
luglio. La struttura ospiterà i pazienti stabilizzati provenienti
dai reparti per acuti del Presidio di Udine (medicina, chirurgia,
ortopedia) oppure direttamente dal territorio, previo l’accordo
tra il medico di Medicina generale e il professionista della
struttura dedicata alla gestione di riacutizzazioni di patologie
croniche.

“Nell’ambito del progetto – ha concluso Riccardi -, al fine di
investire sulle competenze geriatriche in Azienda, sarà attivato
un tavolo tra Regione, Università di Udine, Asfc e Comune per
costruire assieme un modello organizzativo in partnership con la
scuola di specializzazione di geriatria”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE