fbpx

Pandemia: circoscrivere i piccoli focolai per superare l’autunno

Cronaca

Zaia: non domandatevi neanche più se il virus torna in ottobre perchè è già qui

Aumentano i contagi da coronavirus in Italia: all’ultimo rilevamento sono 201, in aumento rispetto al precedente dato di 187. Di questi, 98 casi sono in Lombardia, il 48,7% del totale. Il numero totale dei casi arriva a 240.961. Le vittime in 24 ore salgono a 30, in aumento sulle precedenti 21.

Comunque per Walter Ricciardi, ordinario di Igiene all’università Cattolica di Roma e consigliere del ministero della Salute “in Italia la situazione è positiva, nella stragrande maggioranza delle Regioni la curva si sta appiattendo, se continuiamo cosi possiamo arrivate all’azzeramento. In alcune aree per¢ ci sono ancora casi, la Lombardia ad esempio è un caso a parte, bisogna fare attenzione”.

Negli altri paesi, sottolinea Ricciardi, non è così. “Ci sono paesi al mondo che hanno migliaia di morti, negli Usa ci sono 50mila casi al giorno. La pandemia finirà solo quando nessun paese avrà casi, ora siamo ancora lontani”.

Secondo Ricciardi non è detto che ci sarà una seconda ondata in autunno. “Dobbiamo prepararci, non dobbiamo temerla perché se ci organizziamo bene non ci sarà una seconda ondata – afferma Ricciardi -. Lo stiamo già facendo, anche se la velocità dipende molto dalle regioni. Se ci organizzeremo, con i vaccini per l’influenza, col distanziamento, preparando i pronto soccorso, avremo una serie di piccoli focolai da circoscrivere, ma non una seconda ondata. A questo proposito ricordo che è importante scaricare l’app Immuni, è uno degli strumenti per prevenirla”.
In Veneto l’indice R0 e’ salito da 0,41 a 1,63, annuncia il presidente della regione Veneto, Luca Zaia: “non so a chi fare i complimenti”, afferma Zaia esprimendo sconforto per i comportamenti irresponsabili di alcuni cittadini. “Se continuiamo ad andare in giro senza mascherina negli assembramenti e a pensare che i complottisti abbiano ragione, o che questo virus riguardi solo alcune fasce d’eta’… State preparando la culla per il neonato e quando tornerà forte qui non ce n’è per nessuno”. Quindi “se continuiamo di questo passo non domandatevi neanche più se il virus torna in ottobre perchè è già qui. Ora il caldo probabilmente ci da’ una mano ma con le prime brezze autunnali…”. Così una nuova ordinanza restrittiva “per inasprire le regole” sulla prevenzione del contagio viene annunciata per la prossima settimana in Veneto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE