fbpx

Come rimettersi in forma per l’estate con i consigli dell’esperto

Benessere & Medicina

Dopo mesi di restrizioni oggi possiamo dire che ce l’abbiamo fatta: nonostante sia fondamentale continuare a rispettare le indicazioni anticontagio con serietà e attenzione, siamo entrati in una nuova ‘Fase’ e la nostra vita sta tornando piano piano alla normalità! Se, però, le rigide restrizioni dei mesi scorsi sembrano finalmente un lontano ricordo, così non è per i segni che l’isolamento ha lasciato sul nostro viso, ma soprattutto sul nostro corpo. Dai chili di troppo alla ritenzione idrica, oggi, più che mai, prima di affrontare l’estate abbiamo tutti bisogno di qualche “aiutino”.

I nostri pazienti ci chiedono: sono in tempo per fare un intervento chirurgico prima delle vacanze? Cosa posso fare per tornare in forma dopo mesi senza palestra e prima delle ferie?” – spiega il Prof. Sergio Noviello, Direttore Sanitario di Sergio Noviello Cosmetic Surgery & BAT Centre a Milano. “Ci siamo lasciati alle spalle dei momenti difficili ed è comprensibile aver accumulato qualche chilo, cellulite o ritenzione idrica. È altrettanto importante, però, anche per una questione di benessere psicofisico, tornare a sentirsi in forma e a proprio agio con il proprio corpo, per affrontare un’estate che sarà comunque diversa per le regole che dovremo rispettare anche in ferie e nella socialità in generale. Per aiutare i nostri pazienti a vivere al meglio questa fase, abbiamo predisposto dei programmi di remise en forme “lastminute” con l’obiettivo di recuperare, laddove possibile, il tempo perso e sentirsi bene con se stessi nonostante mascherine e restrizioni”.

Mai come quest’anno le vacanze hanno il sapore della libertà ritrovata, ma mai come nel 2020 la prova costume appare difficile da affrontare senza l’ausilio di professionisti specializzati per individuare il trattamento migliore che ci rimetta in forma senza stressare eccessivamente il nostro fisico e in tempi brevi. Obiettivo? Mettere alla porta gli inestetismi accentuati dal lockdown, come grasso localizzato, ritenzione idrica, cellulite, lassità cutanee. La scelta potrà ricadere su uno o più trattamenti estetici specifici collaudatissimi, veloci e sicuri che consentano di ottenere risultati in poco tempo: Liposcultura Alimentare, Mesoterapia Up-Shape, Cellulisi, Protocollo Cellulite, Inner B. E se il punto debole sono i glutei il Rimodellamento con Acido Ialuronico consentirà di dare proporzione alla silhouette e valorizzare il lato B garantendo risultati immediati.

Non è una novità che con il sopraggiungere del periodo estivo molte persone pianifichino di perdere peso, ma considerati i tempi ristretti una dieta classica potrebbe non garantire il risultato sperato, soprattutto se stiamo parlando di adiposità localizzate. I regimi ipocalorici classici, infatti, sono inefficaci in questi casi perché mobilizzano il tessuto adiposo nei distretti superiori del corpo, lasciando inalterate gli accumuli di grasso del distretto inferiore, senza pertanto determinare un miglioramento dell’estetica del paziente. Al contrario, la Liposcultura Alimentare intacca le adiposità localizzate senza alterare il meccanismo lipolitico.

Come afferma il Prof. Sergio Noviello: “La Liposcultura Alimentare è un’innovativa strategia per il controllo del peso e la riduzione mirata delle adiposità localizzate che prevede l’integrazione di un pool di aminoacidi combinati con una specifica alimentazione, permettendo di perdere fino al 10% del proprio peso corporeo in 10-14 giorni. A differenza delle classiche diete, efficaci quando il sovrappeso è generalizzato a tutto il corpo, la liposcultura alimentare agisce sulle adiposità localizzate senza agire sulla massa magra. Considerato come un vero e proprio trattamento di medicina estetica riduce la stimolazione di insulina, attiva la produzione dell’ormone della crescita e non determina la perdita di aminoacidi”.

La Liposcultura Alimentare può essere poi abbinata strategicamente ad un ciclo di sedute di Mesoterapia Up-Shape, un’evoluzione della mesoterapia tradizionale che prevede un cocktail a base di acido ialuronico con attivatori lipolitici, polifenoli, antiossidanti, vitamine, flavonoidi. Un trattamento 3 in 1: combatte la cellulite, riduce la ritenzione idrica e tonifica la cute nell’area.

Nella Mesoterapia Up-Shape i principi attivi utilizzati contro cellulite, ritenzione idrica e accumuli adiposi sono arricchiti con sostanze tonificanti per lavorare sul completo miglioramento estetico dell’area trattata. Un’innovativa versione della mesoterapia tradizionale che non ha controindicazioni o tempi di recupero. La possibilità di effettuare il trattamento anche settimanalmente, inoltre, consente di ottenere risultati visibili in poche sedute” – spiega il Prof. Noviello.

Sempre in tema di soluzioni mirate contro la cellulite, un’altra possibilità è rappresentata da un Protocollo Cellulite personalizzabile attraverso una combinazione di trattamenti iniettivi altamente efficaci e sicuri. Non prevede alcun limite di età ed è pensato per essere realizzato e customizzato in base al genere, all’area da trattare e al tipo di cellulite: Cellulite Edematosa, Cellulite Mista, Cellulite Mattress. Come illustra il Prof. Noviello: “Il trattamento prevede 2 fasi per un totale di 10 sedute nella formula 5+5, con la frequenza di una seduta ogni 2 settimane, da ripetere una o due volte l’anno. Si inizia con 5 Sedute di Trattamento Iniettivo Intradermico che in base al tipo di cellulite conterrà principi attivi in quantità diverse per drenare, stimolare il metabolismo dei lipidi, ridurre le adiposità e migliorare la compattezza della pelle. A queste seguiranno ulteriori 5 Sedute con un mix di sostanze drenanti, lipolitiche e tensive della pelle per favorire il turnover cellulare e migliorare il tono della cute”.

A questo protocollo può essere abbinato anche Inner-B, un nuovo ed efficace prodotto iniettabile a base di acido ialuronico e peptidi biomimetici, specificatamente formulato per le irregolarità della pelle provocate dall’accumulo di grasso sottostante. Il trattamento ambulatoriale prevede l’utilizzo di un ago sottile che consente di iniettare Inner-B direttamente nel tessuto adiposo, è indolore e non richiedendo anestesia consente il ritorno immediato alle normali attività.

Se l’inestetismo da combattere sono invece gli odiati e resistenti ‘buchi della cellulite’ su cosce e glutei – il cosiddetto effetto a buccia d’arancia – la Cellulisi è il trattamento da prediligere: vanta infatti un indice di soddisfazione del 92% e risultati durevoli in una sola seduta.  

La Cellulisi – come precisa il prof. Noviello – è il primo protocollo medico volto a combattere in modo deciso la pelle a buccia d’arancia. La metodica prevede la recisione precisa e sicura dei setti fibrosi, ottenendo il rilascio del tessuto cutaneo e una superficie della pelle più omogenea e levigata. Il risultato è un aspetto estetico delle zone trattate nettamente migliorato e uniforme”. La Cellulisi è un trattamento di tipo ambulatoriale non invasivo che si effettua in regime di anestesia locale. La durata della seduta si aggira generalmente intorno ai 30 minuti.

 

A seguire, ma non meno importanti, i glutei, parte del corpo su cui negli ultimi anni continuano ad essere puntati i riflettori, complice anche il diffondersi dei social e conseguente sfoggio di bikini succinti da parte di influencer e celebrities. Per dare volume e proporzione si può scegliere il rimodellamento mininvasivo a base di acido ialuronico macromolecolare.

“Grazie all’acido ialuronico macromolecolare ad alta densità e viscosità si dona armonia e proporzione ad alcune parti del corpo come i glutei o i polpacci, ridefinendo i profili in modo rapido e poco invasivo. Si tratta di una tecnica ambulatoriale che offre risultati immediati, stabilità dimostrata a lungo termine, senza causare edemi, senza lasciare alcuna cicatrice e indolore” – commenta il Prof. Noviello.

Sicuro e affidabile, l’acido ialuronico macromolecolare stabilizzato è una sostanza biocompatibile, come quello prodotto naturalmente dall’organismo. L’unica differenza tra l’acido ialuronico impiegato per il volto e quello impiegato per il corpo riguarda essenzialmente le caratteristiche di densità e viscosità, maggiori nei prodotti per il riempimento corporeo. La seduta è molto veloce: generalmente sono sufficienti 30 minuti per l’infiltrazione. Trattandosi di una metodica ambulatoriale, subito dopo il trattamento si ritorna tranquillamente alle proprie attività.

Infine, un’ottima notizia riguarda chi pensava di dover rinunciare per quest’estate alla possibilità di regalarsi il seno che ha sempre desiderato. Oggi è possibile grazie alla Mastoplastica Additiva con Tecnica BAT, Bloodless Atraumatic Technique.  “Alcune pazienti, magari dopo anni di incertezze sul fare o meno un intervento al seno, a causa del blocco pensavano di aver perso l’occasione per fare la Mastoplastica Additiva prima delle ferie di agosto. Invece con la Tecnica BAT – realizzata in day hospital, in anestesia locale con sedazione – sono garantiti tempi di recupero di sole 24-48 ore e riduzione al minimo di dolori e disagi. Il postoperatorio infatti non prevede particolari limitazioni, a parte l’astensione dalla guida per 5 giorni e dall’attività sportiva intensa per 3-4 settimane. Le nostre pazienti ad esempio, già la sera dell’intervento possono fare la doccia e alzare le braccia” – conclude il Prof. Noviello.

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE