fbpx

L’oro prosegue la corsa, nuovo record storico a 1.981 dollari 

Economia e Finanza

L’euro raggiunge il nuovo massimo da 22 mesi a 1,1781. L’incertezza per l’aumento dei contagi negli Usa e i rischi per la ripresa americana favoriscono la corsa ai beni rifugio

AGI – Il prezzo dell’oro prosegue la sua corsa e guadagna 40 dollari toccando un nuovo record storico a 1.981 dollari l’oncia. Per farlo retrocedere serve un’ondata di vendite e ora è a quota 1,945 dollari l’oncia.

L’incertezza per l’aumento dei contagi negli Usa e il rischio che tutto ciò possa far deragliare la ripresa americana indeboliscono il dollaro e favoriscono la corsa ai beni rifugio. Intanto gli investitori scommettono che domani la Fed ribadirà la sua politica monetaria ultra-accomodante, alla vigilia della diffusione dei dati del Pil Usa, che nel secondo trimestre dovrebbero registrare una contrazione senza precedenti dell’economia a -35% congiunturale. 

L’euro apre in lieve ribasso ma resta sopra 1,17 dollari, dopo aver toccato un nuovo massimo da 22 mesi a 1,1781 dollari. Prosegue l’indebolimento del biglietto verde a 105,22 sullo yen e ai minimi da meta’ 2015 sul franco svizzero. Anche la sterlina resta sopra 1,28 sul dollaro. Euro/yen in rialzo a 123,91. Il rialzo della divisa nipponica, una moneta considerata bene rifugio, è legato ai timori per le tensioni Usa-Cina.

L’euro invece è in rally sul biglietto verde dall’annuncio dell’accordo europeo sul Recovery Fund. Gli investitori puntano sulla moneta unica perche’ percepiscono l’area euro come piu’ sicura degli Stati Uniti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE