fbpx

Roma. Tubo fognario rotto da quattro anni

Lazio

“La lettera che segue, è di ben quattro anni fa. Il tubo fognario rotto di cui si parla, non è stato riparato dal Comune di Roma, nonostante le innumerevoli segnalazioni, e da quattro anni continua a scaricare liquami sotto i locali delle cantine, con le conseguenza igieniche che si possono immaginare, oltre al rischio per le fondamenta dell’edificio, in ammollo da quattro anni.
«La Repubblica 1 giugno 2016. “Voglia di emigrare a ottant’anni”. A ottant’anni mi è venuta voglia di trascorrere il tempo che mi resta da vivere lontano dall’Italia e soprattutto da Roma, la città in cui abito. La fortuna, per chi percepisce una modesta pensione, di abitare in una spaziosa casa di edilizia popolare e quindi di pagare un equo canone, si è trasformata in sfortuna a causa dell’incuria del padrone di casa, vale a dire del Comune di Roma, la cui unica preoccupazione da un po’ d’anni a questa parte è solo quella di riscuotere la quota dell’affitto. Con il sindaco Alemanno e poi con Marino gli inquilini si sentivano semiabbandonati, adesso l’abbandono è totale. Due esempi: tre mesi fa circa telefono al call center del Comune per segnalare la rottura di un tubo esterno che porta gli scarichi dei sanitari nelle fogne, con conseguente perdita di liquami maleodoranti.

Mi assicurano che l’intervento per casi di questo genere sarà immediato. Il tubo non è stato riparato, e non descrivo ciò che ne fuoriesce. E il caldo è arrivato. Con il sindaco Alemanno e poi con Marino, venivano effettuate qui in Via A. Mammucari, regolari disinfestazioni contro la blatta rossa americana, schifosissimo scarafaggio alato che dimora nelle fogne. Quest’anno non è stata effettuata nessuna disinfestazione. Erano stati promessi lavori sulla rete fognaria per risolvere definitivamente il problema. La promessa non è stata mantenuta. E il caldo è arrivato».

Carmelo Dini


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE