fbpx

Daniela Martani e il ‘no’ alla mascherina: “Popolo di lobotomizzati”

Cronaca

 

“Sono sconcertata dai commenti che ho letto, voi di Instagram evidentemente siete un popolo di lobotomizzati. Vi meritate Chiara Ferragni, Giulia De Lellis, questa gente qui”. Daniela Martani risponde così alla polemica innescata dal video in cui si rifiuta di indossare la mascherina mentre si imbarca sul traghetto con la macchina

L’ex ‘pasionaria’ di Alitalia ed ex concorrente del Grande Fratello posta una lunga ‘story’ su Instagram per rispondere agli attacchi subiti: “Se non capite che quello che è successo è gravissimo per i nostri diritti costituzionali e per la nostra libertà personale non avete capito un c… e vi meritate di stare chiusi in casa a vita”, dice citando “video di medici che inizialmente dicevano che la mascherina non serviva a niente, perché il virus penetra attraverso la garza” e definendo l’attuale situazione una “dittatura sanitaria”.

“Dovete svegliarvi, perché quello che sta succedendo è gravissimo. Stanno parlando di positivi quando sono persone che non hanno alcun sintomo, sono sane. Vi stanno impaurendo con lo spauracchio del numero dei positivi, ma essere positivi non significa assolutamente nulla. Nelle terapie intensive non c’è più nessuno, quindi devono spaventarci col numero di positivi”, ripete. “Se non ci libereremo presto da questa dittatura diventeremo prigionieri, degli automi”.

Poi aggiunge: “Vogliamo chiederci perché il governo non elimina le sigarette e ci guadagna sopra? Sapete quanti morti di Covid ci sono stati? 700mila. Sapete quante persone sono morte di tumore? Cinque milioni. Eppure non mi sembra che abbiano fatto una legge che vieti il fumo, per esempio all’aperto. Quando sono a un tavolo lo devo sorbire rischiando di prendermi un tumore, eppure il governo dovrebbe tutelarmi. O vale solo per alcuni tipi di malattie? Altra cosa: i virus sono tutti zoonotici, quindi prima di parlare cambiate alimentazione: chi mangia carne è la causa della nascita e della diffusione dei virus in tutto il mondo”. E conclude: “Andatevi a leggere le cose prima di rompere il c…”.

Adnkronos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE