fbpx

Esecuzione del giornalista iraniano Ruhollah Zam

Estero

 

L’Italia condanna senza riserve l’esecuzione del giornalista iraniano Ruhollah Zam avvenuta il 12 dicembre 2020. 

La pena capitale rappresenta un trattamento inumano, crudele e degradante e non può essere accettata in nessuna circostanza.

L’Italia reitera il proprio impegno convinto per una sua graduale abolizione e lancia un fermo appello all’Iran affinché applichi una moratoria sulle esecuzioni capitali.

L’Italia ritiene che la pena capitale non abbia alcun valore deterrente in termini di lotta al crimine e che la sua abolizione contribuisca al rafforzamento della dignità umana, dei valori democratici e del rispetto dei diritti umani.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE