fbpx

Covid. Possibile terza ondata. Non fateci più vedere le foto di oggi di assembramento

Cronaca

“Le misure messe finora in campo sono state nel segno del buonsenso e dell’equilibrio, lo saranno anche le prossime. Da 17 giorni abbiamo un contenimento crescente della curva dei contagi ma questo rallentamento non è roboante, è sensibile ma non ancora soddisfacente”. In Italia si è contagiato un italiano su 3.

“Dipendiamo tutti dalle decisioni dell’Ema che prevede di liberare il primo vaccino il 29 dicembre, facciamo il tifo perché questo accada e perché il secondo possa essere autorizzato il 12 gennaio. Se questo succederà il vaccino inizierà ad essere somministrato in tutta Europa nello stesso giorno e realisticamente questo giorno sarà metà gennaio. Facciamo il tifo affinché la campagna vaccinale parta tra il 12 e 15 gennaio e qualche giorno prima sarà un giorno simbolico perché tutti i cittadini d’Europa iniziano a vaccinarsi. Partiremo con 300 punti di somministrazione, a regime saranno 1500”, ha detto ancora. “Abbiamo previsto di riuscire a vaccinare tutti gli italiani che lo vorranno entro settembre, l’immunità di gregge si raggiunge se le persone sono vaccinate nel numero piu’ alto possibile. I cittadini che in quel momento saranno in Italia avranno tutti il diritto di essere vaccinati. Il vaccino in Italia sarà gratuito e non obbligatorio”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE